Domenica 19 Agosto 2018
Percorso > Home > Informazioni > Occasioni

Occasioni

Separatore grafico
Separatore grafico
L'acqua Tesorino lancia un concorso di arte contemporanea
[ 15-03-2018 ]

Sorgente Tesorino premia l’arte. C’è tempo fino al 30 aprile per partecipare al concorso indetto in collaborazione con MoDIAP, Evinco srl e Pomarolafrog, dedicato agli artisti e volto a promuovere l’arte contemporanea. Il concorso, gratuito, senza limiti di età e nazionalità, ha come focus “Il valore dell’acqua”, lasciando il più ampio campo di azione e creazione agli addetti ai lavori che desiderano interpretarne il concetto. La giuria che valuterà i lavori si compone di cinque membri: un giornalista, un designer, un artista, un marketing manager, un consumatore. Verranno selezionate trenta opere, tra le quali verrà individuata quella vincitrice. Il premio ammonta a 3mila euro.

La fase finale del concorso prevedere l’allestimento di una mostra collettiva. Le trenta opere selezionate entreranno a far parte del patrimonio artistico di Sorgente Tesorino, in particolare del museo di prossima realizzazione.

«Sono contento per questa iniziativa che ci vede protagonisti in via eccezionale anche nel mondo dell’arte – commenta Alessandro Cassioli, direttore generale dell’acqua Tesorino -. La nostra azienda lavora per mantenere alta la qualità e appunto “il valore” della nostra acqua”, sia in Italia che all’estero».

Le discipline ammesse sono design, fotografia, grafica, pittura, scultura, video. In particolare per la sezione “Design” sono ammesse opere comprensive di bozza disegno manuale, rendering (programmi Rhinoceros, Cinema 4D, Sketchup, 3D Studio Max) e la realizzazione di un prototipo in scala 1:1 o 1:2; per la “Fotografia” sono ammessi scatti digitali e analogici, bianco e nero o a colori (la misura massima consentita per ogni lato dell’opera è di cm 150); per la “Grafica” sono ammesse opere trasferite su carta o cartoncino con le seguenti tecniche artistiche: disegno, acquerello, gouache, collage, vari tipi di stampa, computer grafica e opere eseguite con tecniche varie (la misura massima consentita per ogni lato è di cm 150); per la “Pittura” è ammesso qualsiasi utilizzo o intervento manuale a olio, tempera, acrilico, vernice industriale, inchiostro, incisione, grafite, acquerello, vinile, su qualsiasi tipo di supporto anche prestampato, sono ammesse tecniche come collage e applicazioni polimateriche (la misura massima consentita per ogni lato dell’opera è di cm 150); per la sezione “Scultura” sono ammesse opere realizzate con qualsiasi materiale, grezzo o manipolato, con media o oggetti e forme espressive sia tradizionali che innovative e che nel loro complesso (comprese basi e/o supporti) abbiano l’ingombro max di cm 80×80 di base e cm 180 di altezza (a questa sezione sarà dato spazio anche in ambiente esterno con le caratteristiche dell’installazione in loco).

Per partecipare si può inviare una mail, compilando la scheda di adesione in tutte le sue parti, disponibile sul sito www.modiap.it o da richiedere all’indirizzo e-mail info@evincogroup.it. Va allegato un breve curriculum vitae, con il percorso formativo e le eventuali mostre, un’immagine dell’opera candidata in formato Jpg o Tiff, 300 dpi, RGB; la didascalia dell’opera, specificando nome e cognome dell’artista, titolo, data, tecnica, dimensioni (altezza x base x eventuale profondità). In alternativa, si può inviare per posta una raccomandata alla segreteria del premio Evinco S.r.l. (via Corridoni 76, Pisa), la scheda di adesione compilata, breve curriculum vitae e una chiavetta usb, oppure una fotografia dell’opera (dimensioni minime 10 x 15, massime 21 x 30), specificando nome e cognome dell’artista, titolo, data, tecnica, dimensioni (altezza x base x eventuale profondità). Nel caso di iscrizione nella sezione Video e Scultura, inviare un video della durata minima di 1 minuto e massimo di 5 minuti, nei formati compatibili con i più diffusi strumenti di lettura (wmv, mpeg, mp4, avi, mov, flv).

La storia della Sorgente Tesorino, che sgorga sulle colline toscane intorno a Montopoli in Val d’Arno e San Miniato, è iniziata nel 1941 quando per la prima volta ha avuto inizio l’estrazione dell’acqua, attività che è proseguita negli anni per arrivare fino a oggi, con una produzione di 3milioni di bottiglie di acqua l’anno (tra quella naturale e quella leggermente frizzante), un ciclo e una linea di imbottigliamento automatizzati. L’acqua Tesorino vanta alcuni riconoscimenti: ha vinto il premio come miglior acqua effervescente a Parigi nel 2004 e a Praga nel 2005. La sorgente custodisce un vero tesoro sotterraneo, costituito dalla falda minerale, composta per lo più da sabbie finissime risalenti all’era del Pliocene che contribuiscono a rilasciare un equilibrato contenuto di sali minerali. In quell’epoca la zona di Montopoli era sommersa dal mare e quando nelle ere successive si è ritirato, sono rimaste conchiglie e sabbie in grado di filtrare l’acqua, mineralizzandola. Le proprietà dell’acqua Tesorino sono comprovate da moltissimi studi sanitari di livello universitario.

Info: www.modiap.it

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)