Mercoledì 20 Settembre 2017
Percorso > Home > Webzine

Webzine

Separatore grafico
Separatore grafico
''Niente per Niente'': storie sospese tra sovraindebitamento e usura al Teatro di Rifredi
[ 16-05-2016 ]

Lunedì 16 maggio, alle ore 20.45, va in scena "Niente per Niente. Storie sospese tra il sovraindebitamento e l'usura" al Teatro di Rifredi, in via Vittorio Emanuele II, 303.
Il fenomeno dell’usura e del sovraindebitamento è in forte crescita in tutto il Paese ed è causato principalmente dalla crisi economica e dalla mancanza di una cultura sull’uso responsabile del denaro. Purtroppo i media ne parlano poco e accendono i riflettori solo quando si verificano casi di cronaca nera.

“Niente per niente” è un’opera teatrale di Francesco Randazzo, con la regia di Giusi Cataldo, da un’idea di Claudio Ciatti. Il cast è formato da Giusi Cataldo che interpreta l’imprenditrice in gravi difficoltà economiche a cui viene negato l’accesso al credito; Alessio Di Clemente veste i panni di un pugile che, inizialmente vittima d’usura, diventa un aguzzino per conto degli usurai; Francesco Meoni interpreta l’usuraio senza scrupoli, molto abile ad irretire le persone delle quali intende approfittare; Rossana Veracierta veste i panni dell’impiegata insoddisfatta che sperpera tutto il suo stipendio in spese folli, non riuscendo ad arrivare a fine mese.  

Lo spettacolo si rivolge a un pubblico di giovani, i primi a dover capire entità e gravità del fenomeno del sovraindebitamento, spesso responsabile di gettare individui e famiglie nel baratro dell’usura.

La Fondazione Adventum e l’Ambulatorio Antiusura, grazie ai fondi dell’otto per mille destinati alla Chiesa avventista, hanno pensato di sensibilizzare l’opinione pubblica tramite questa pièce teatrale, con il patrocinio del Comune di Firenze.

Ingresso libero. Si può entrare fino a esaurimento posti previa prenotazione attraverso il link diretto:
http://solosepuoi.ottopermilleavventisti.it/event/niente-per-niente-a-firenze/

 



© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)