Percorso > Home > Webzine

Webzine

Separatore grafico
Separatore grafico
Musa di Fuoco
[ 30-10-2008 ]

Si chiude il 31 ottobre la rassegna "Vedere l'invisibile" ospitata presso il Teatro Cantiere Florida (v.Pisana ) con lo spettacolo della compagnia Enzo Cosimi, "Hell...Yeah", 3 scene sulla fisionomia della vanità. Parte poi la stagione 2008/2009: otto titoli in cartellone, poi teatro ragazzi, domeniche per le famiglie e laboratori. Si parte il 6 di novembre con un anteprima nazionale: "Don Camillo e Peppone, sono me" tratto da racconti di Giovannino Guareschi con Stefano Braschi. Uno spettacolo con il Patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni della nascita di Giovannino Guareschi e quello del Ministero per i Beni e le attività culturali Direzione generale per i beni librari e gli istituti culturali. Dal 25 al 27 novembre spazio invece all'Amore. "Only you" tratto da "Romeo e Giulietta" di W. Shakespeare per la regia Antonio Viganò. Il 2 dicembre sul palco del Florida la riduzione drammaturgica Sergio Signorelli di "Natale 1833" di Alessandro Manzoni. A gennaio sarà la storia di una giovane ebrea, scomparsa nei campi di concentramento, a dare materia per lo spettacolo che sarà in scena dal 15 al 17 gennaio: "Etty Hillesum, cercando un tetto a Dio", adattamento teatrale di Marina Corradi. In scena un’attrice sola, che accompagna il monologo con canzoni yiddish, alternate alle musiche originali composte dal musicista Ferdinando Baroffio. Ma ancora, da segnalare, lo spettacolo ideato e interpretato da Danio Manfredini “Tre studi per una crocifissione”: tre monologhi di personaggi “ai margini”, tre storie di isolamento, diversità e sconfitta; “Antigona/Zambrano”, importante coproduzione internazionale tra Elsinor e la Compagnia Spagnola El Circulo de Tiza, riscrittura del testo originale “La Tomba di Antigone” in cui Maria Zambrano fa vivere alla figlia di Edipo un tempo supplementare, riprendendola negli inferi, dove Sofocle l’aveva lasciata. Lo spettacolo rappresenta un primo frutto del progetto internazionale “Platform 11” che riunisce dodici compagnie teatrali europee, impegnate a realizzare in collaborazione una serie di spettacoli arricchiti dalla multiculturalità degli artisti. E per finire una dissacrante Iaia Forte che presenta “Molly B. tutti i miei sì”, piece con la regia di Carlo Cecchi, tratta dal monologo di Molly Bloom in Ulysses di James Joyce. Da segnalare l’affascinante spettacolo “Concerto per bolle di sapone”, il 1 febbraio 2009 e, domenica 23 novembre, l’oramai immancabile  giornata dedicata all’Unicef, l’incasso sarà devoluto interamente al programma per le vaccinazioni.

 



© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)