Giovedì 23 Novembre 2017
Percorso > Home > Webzine > Primopiano

Primopiano

Separatore grafico
Separatore grafico
''Valentina va in Città'': in bici con le donne della storia per le vie di Firenze
[ 21-05-2017 ]

Maria Luisa de Medici, Margherita Hack, Oriana Fallaci, Beatrice Portinari, Corilla Olimpica, George Eliot, Simone Weil, Monna Tessa, Florence Nightingale e Anna Maria E. Agnoletti sono le dieci protagoniste di "Valentina va in Città", il ciclotour ludico culturale che domenica 21 Maggio animerà alcune storiche vie di Firenze. Ma cosa hanno in comune infermiere, filosofe, poetesse, scrittrici, scienziate e patriote?

Saranno tutte riunite domenica 21 Maggio per il tour a "pedali" organizzato dal gruppo creativo Imago, all'interno della manifestazione "Florence Fun & Games", per portare il pubblico nei luoghi dove queste donne hanno vissuto, studiato o lavorato. Imago Group ha scelto la bicicletta, un mezzo molto amato dal disegnatore Guido Crepax, la mente creativa che ha dato vita a Valentina Rosselli, la protagonista che accompagnerà "virtualmente" le nostre amiche in giro per la Città.

L’appuntamento, dedicato a 10 grandi donne fiorentine, è stato presentato in Palazzo Vecchio dall’assessore allo Sport Andrea Vannucci e dall’assessore alle Pari opportunità Sara Funaro.
Un modo per vivere la nostra città all’aria aperta unendo sport e cultura – ha detto Vannucci – Un’occasione per entrare nel tessuto vivo di Firenze andando a scoprire luoghi e personaggi di donne che hanno caratterizzato la storia della città contribuendo a farne la meraviglia che è”.
Mi auguro che questa sia la prima di una lunga serie di tappe per la città - ha detto l’assessore Funaro -. Abbinare un evento sportivo e culturale alla rappresentazione della forza del mondo femminile nelle varie epoche è un grande valore aggiunto. E ancora più importante è la presenza e il coinvolgimento nell’iniziativa dell’associazione Artemisia, che si occupa delle donne più indifese e in difficoltà, che non riescono a far sentire la propria voce perché vittime di violenza fisica e psicologica. Oggi abbiamo raggiunto traguardi importanti sul fronte delle pari opportunità - ha spiegato -, ma è altrettanto vero che non bisogna smettere di lavorare per continuare nella direzione di poter arrivare sempre di più alla parità dei diritti. Se ci si ferma il rischio è tonare indietro e non possiamo permettercelo”.

La giornata infatti ha l'obiettivo di sensibilizzare al rispetto e alla non violenza nei confronti delle donne e soprattutto di farne conoscere alcune che nei secoli, dal medioevo ad oggi, si sono distinte per i loro meriti e hanno rappresentato Firenze nel mondo. Molto spesso sentiamo notizie di cronaca e attualità dove il ruolo della donna viene sminuito o messo in secondo piano. Questo evento nasce per puntare i riflettori sulle eccellenze femminili che a vario titolo hanno contribuito a fare la storia, legate dal fil rouge della splendida cornice fiorentina, dove sono nate o vissute, anche se per poco tempo.

Non sarà certo retorico o accademico, ma un percorso a tappe divertente e originale che - snodandosi negli angoli della città - vedrà relatori e relatrici raccontare con degli aneddoti le biografie delle donne modello selezionate, intrattenendo i partecipanti e spingendoli ad andare oltre le immagini stereotipate che la storia ci ha insegnato.

Lungo la strada, a ogni sosta ci sarà una tavola disegnata dall'illustratrice Elena Triolo che ha reinterpretato Valentina Rosselli del disegnatore Guido Crepax proiettandola nelle vite delle "nostre" donne.

Le donne protagoniste del tour

Maria Luisa de Medici, ultima erede della famiglia de' Medici lasciò allo stato toscano e al mondo la grandissima collezione artistica che apparteneva alla famiglia.
Corilla Olimpica, prima donna nella storia, Poetessa Laureata.
George Eliot, al secolo Marian Evans scelse lo pseudonimo maschile per evitare che le sue opere fossero soggette a pregiudizi da parte della critica.
Simone Weil, filosofa e scrittrice francese.
Beatrice Portinari, musa ispiratrice del sommo poeta Dante Alighieri.
Margherita Hack, la scienziata ribelle e geniale, naturalmente ironica che non ha bisogno di presentazioni.
Oriana Fallaci, eyeliner e sigaretta: segni di riconoscimento di una scrittrice coraggiosa e sfrontata.
Monna Tessa, per aver contribuito alla nascita dell’ospedale di Santa Maria Nuova e per essere di fatto la prima infermiera della storia.
Florence Nightingale, nacque a Firenze nel 1820. È considerata la fondatrice dell'assistenza infermieristica moderna.
Anna Maria E. Agnoletti, durante la resistenza mise in gioco la sua esistenza per difendere la libertà di tutti.

Il percorso, totalmente gratuito, si snoderà per le vie cittadine sul principio della pedalata dolce, dedicato quindi anche a coloro che con la bici hanno un rapporto poco confidenziale. Un piacevole eonirico viaggio nel tempo al fianco di donne leggendarie. Da non perdere.

Percorso e tappe
Partenza – prima tappa

Piazza san Lorenzo (all’altezza di Borgo la Noce)
Seconda tappa
San Lorenzo via del Canto dei Nelli, piazza Madonna degli Aldobrandini, via dei Conti, via Zanetti.
Terza tappa
Via Zanetti, via dei Cerretani, via Rondinelli, piazza degli Antinori, via Tornabuoni
Quarta tappa
Via Tornabuoni, via degli Strozzi, piazza Repubblica, via Calimala, via Vacchereccia, piazza Signoria
Quinta tappa
Piazza Signoria, via Calzaioli, via del Corso
Sesta tappa
Via del Corso, via Calzaioli, piazza del Duomo, via Martelli
Settima tappa
Via Martelli, via dei Biffi, via Ricasoli
Ottava tappa
Via Ricasoli, piazza del Duomo, via dell’Oriuolo, via Folco Portinari, piazza di Santa Maria Nuova
Nona tappa
Piazza di Santa Maria Nuova, via Folco Portinari, via dell’Oriuolo, via del Proconsolo, piazza San Firenze, via dei Leoni, Borgo dei Greci, piazza Santa Croce
Decima tappa
Piazza Santa Croce, via Verdi, piazza Salvemini, via di Sant’Egidio, via Cavour, piazza San Marco, via la Pira, via la Marmora, viale Matteotti, piazza Libertà, viale Don Minzoni, via Giovanni Pascoli, via Mafalda di Savoia, Ponte Rosso, via Bolognese.
Le tappe
Ore 9 ritrovo in piazza San Lorenzo (lato navata); ore 9.30 piazza San Lorenzo lato Navata (dove si trovava la statua); ore 9.50 via Ferdinando Zanetti, 2; ore 10.10 via Tornabuoni, 13 (Hotel Room Mate Isabella), ore 10.30 piazza Signoria, ore 10.50 via de Corso, 5 (lapide in onore di Beatrice Portinari); ore 11.10 via Martelli, 9 (liceo Classico Galileo); ore 11.30 via Ricasoli, 8 (ex sede del Mattino dell’Italia Centrale); ore 11.50 via Sant’Egidio (ingresso Santa Maria nuova); ore 12.10 piazza Santa Croce,16 (ingresso del chiostro); ore 12.45 via Bolognese, 67 (Villa Triste).

Relatori e relatrici
Maria Luisa de' Medici - Domenico Savini, storico delle famiglie fiorentine.
Corilla Olimpica - Claudio Martini, del Gruppo Imago
George Eliot - Andrea Vannucci, Assessore allo Sport del Comune di Firenze.
Simone Weil - Cristina Giachi, Vicesindaca del Comune di Firenze.
Beatrice Portinari - Elisa Biagini, poetessa.
Margherita Hack - Filippo Mannucci, Direttore Osservatorio di Arcetri.
Oriana Fallaci - Daniela Domenici, docente e scrittrice.
Monna Tessa - Chiara Bartolini, Resposabile della Comunicazione di Santa Maria Nuova.
Florence Nightingale - Sara Funaro, Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Firenze.
Anna Maria E. Agnoletti - Simona di Marco, Vice Direttrice del Museo Stibbert.

Associazioni aderenti: Artemisia & Biciclettami.

Il progetto è patrocinato dal Comune di Firenze.

Iscrizioni sul sito: http://gruppoimago.it/valentina%20va.html 

Valentina Messina

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)