Mercoledì 26 Aprile 2017
Percorso > Home > Informazioni > Volontariato & Pace

Volontariato & Pace

Separatore grafico
Separatore grafico
Al via la quinta edizione del ''Premio giornalistico Sabrina Sganga - Questione di stili 2017''
[ 02-03-2017 ]

Al via la quinta edizione del "Premio giornalistico Sabrina Sganga - Questione di stili 2017", presentato dall'Assessore regionale al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi, assieme a Sonia Baccetti, responsabile della rete toscana di medicina integrata e quest'anno Presidente della Giuria, e Lorenzo Guadagnucci, socio fondatore dell'Associazione Sabrina Sganga e garante per il Premio.

L'edizione 2017 del Premio Sganga sarà dedicata al tema "Obiettivo salute: saperi integrati per la prevenzione e cura sostenibili. Le nuove sfide del diritto alla salute; benessere, prevenzione e cura fra medicina convenzionale e medicina integrata", non a caso come affermato dall'Assessore Stefania Saccardi "questa Edizione si incentra su un settore nel quale la Regione Toscana crede molto e ha molto lavorato. Riteniamo che i toscani abbiano diritto ad accedere a tutte le opportunità di cura, che naturalmente abbiano un fondamento scientifico. Sono molto contenta che quest'anno il Premio sia dedicato a questi temi".

La finalità principali di questo Premio sono quelle di valorizzare e promuovere un'indagine giornalistica, un reportage, che svolga il tema dell'anno con particolare attenzione all’accesso delle conoscenze, alla democrazia difusa, alla partecipazione dal basso, alla sostenibilità ambientale, a una fnanza etica e critica, a stili di vita che sperimentano alternative al consumismo e all’individualismo.

Il progetto, qualunque sia il tema dell'anno, dovrà valorizzare esperienze ispirate a mutualità, solidarietà, giustizia sociale, autosufcienza, capacitazione (empowerment) e tutte quelle forme di impegno individuale e collettivo fnalizzate al superamento di situazioni di degrado sociale e ambientale legati a grandi opere, consumismo e produzione industriale massiva con i suoi costi sociali e ambientali. Questo grazie anche a Sabrina, "che ha avuto l'intuizione e la capacità di comprendere quanto questi temi fossero importanti - come sottolineato da Lorenzo Guadagnucci. Che ha continuato ribadendo come Sabrina "abbia cominciato a lavorare quindici anni fa sui temi della salute, del benessere, delle cure, su come declinarle e vederle sotto nuovi punti di vista, con una grande apertura a culture e tradizioni diverse".

Il premio come ogni anno è riservato a giornalisti (professionisti, pubblicisti, praticanti e allievi delle scuole di giornalismo) fotografi, attivisti e operatori del campo della comunicazione, nei settori della carta stampata, radio, televisione, cinema documentario e nuovi media.

L'oggetto "Obiettivo salute: saperi integrati per la prevenzione e cura sostenibili. Le nuove sfide del diritto alla salute; benessere, prevenzione e cura fra medicina convenzionale e medicina integrata" conta al suo interno diverse tematiche, tra cui: accessibilità, sostenibilità, economia, nuovi sistemi di cura innovativi, diritti, salute e benessere, inclusione, prevenzione, integrazione, stili di vita, e molti altri.

Il premio si articola in due sezioni:
La prima sezione intende selezionare e premiare, con un contributo massimo di 5.000,00 Euro, indagini e servizi da realizzare in relazione al Tema dell'anno: l’indagine o il servizio deve essere realizzato secondo un cronoprogramma e deve essere fnalizzato all’informazione gratuita, tramite carta stampata, flmati, servizi radiofonici, nuovi media. Si tratta dunque di un premio volto a promuovere, incoraggiare e sostenere un progetto giornalistico legato ad una scoperta, una intuizione che merita di essere approfondita, conosciuta meglio e raccontata. Lo spirito di questo premio è riassunto nella volontà di promuovere una nuova cultura dell'informazione.

La seconda sezione che vedrà un premio di 1.000,00 Euro, riguarda un lavoro pubblicato nel 2016 sul tema dell'anno indicato dal bando. Verranno valutati tutti i tipi di media tra cui, a titolo meramente esemplifcativo, carta stampata, app telefoniche, corti, comics, fotografe. Tra i parametri di valutazione avrà particolare rilevanza l'originalità del media utilizzato. Le organizzazioni promotrici mettono a disposizione i propri archivi, banche dati, informazioni e contatti ai partecipanti interessati. Questa opportunità non é condizione vincolante o pregiudicante la valutazione fnale della proposta.

La partecipazione al Premio dedicato ad una delle storiche voci di Controradio è gratuita. La scadenza per la compilazione della domanda di partecipazione e di presentazione dei materiali è fssata in data 30 aprile 2017. Le candidature devono essere compilate on line sul sito www.premiosabrinasganga.it entro la data suddetta.

Le candidature saranno vagliate dalla Giuria del Premio che esprimerà il suo giudizio e comunicherà i risultati al Comitato Promotore, che provvederà ad informare direttamente i selezionati. Quest'anno la giuria sarà composta da Sonia Baccetti, Presidente, Vera Sganga, Camilla Lattanzi, Annalisa De Luca, Mariella Di Stefano, Oliver Haag, Giulia Chiarini e Rosanna Abbate.

Sonia Baccetti durante la presentazione del nuovo bando ha dichiarato che "fare la presidente della giuria del Premio è stata motivo di grande onore. Sabrina è stata per me una compagna di viaggio, sempre molto disponibile, e con un grande interesse e curiosità verso tutti gli aspetti che riguardano l'integrazione in tema di salute".

Il 27 Maggio, al PAC Le Murate si terrà la cerimonia di premiazione dei vincitori e sarà presentata l'inchiesta condotta dai vincitori dell'edizione 2016, Daniela Sala e Gaetano Veninata, per il progetto "I nuovi italiani contro lo sfruttamento" e Leila Salah per il progetto "Arcobaleno Islam".

Il Premio è promosso dall'Associazione Sabrina Sganga assieme a Controradio, Controradio Club, Banca Etica e Cospe, con il contributo di Regione Toscana e Publiacqua, e con il patrocinuio di Comune di Firenze, Scuola di Scienze Pollitiche Cesare Alfieri-Università degli studi di Firenze, Ordine dei Giornalisti. Media partner: Popolare Network, Rtv38, AAM Terra Nuova, Altreconomia, Redattore Sociale.

Sabrina Sganga
si è distinta per un lavoro pionieristico nel campo dei nuovi stili di vita, del consumo critico, delle economie solidali, dell'agrocoltura contadina e per l'affermazione di un nuovo modello di prevenzione e cura che abbia al centro la persona e che preveda l'integrazione di più modelli terapeutici come per esempio le medicine complementari. L'Associazione costituita dalla famiglia e dagli amici di Sabrina intende portare avanti queste istanze.

Per maggiori informazioni sul bando: www.premiosabrinasganga.it - info@premiosabrinasganga.it

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)