Percorso > Home > Webzine > Cinema

Cinema

Separatore grafico
Separatore grafico
Middle East Now, in anteprima il film ''Sans Bruit, Les Figurants du Desert'' di Collectif MML
[ 11-04-2018 ]

Mercoledì 11 Aprile, alle ore 16.15, apre il secondo giorno del "Middle East Now" al cinema La Compagnia (via Cavour, 50r), la proiezione in anteprima italiana del film "Sans Bruit, Les Figurants du Desert" di Collectif MML, ovvero Michał Mądracki, Maciej Mądracki, Gilles Lepore, presentato dal critico cinematografico Michele Galardini.
Alle porte del deserto, nel sud del Marocco, c'è la picola città di Ouarzazate, dove il cinema e la cultura del luogo condividono una storia comune da più di un secolo. La gente del deserto, ora, è la gente del cinema, e i confini tra realtà e finzione si confondono.

Alle ore 17.30, ci spostiamo in Iran per un'altra anteprima italiana, il cortometraggio "Will Go With the Wind" di Hassan Ahmadi.
Tre giovani coppie sono in viaggio verso una villa vicino a un'antica fortezza. Alcuni litigi tra di loro creano una sottile tensione. Ognuno di loro sta aspettando incosciamente degli strani eventi. L'incontro con una ragazza diversamente abile nella villa è l'inizio di un confronto diretto ognuno con sé stesso.

A seguire Felicetta Ferraro dell'Associazione Ponte33, esperta di Iran, introduce Hesam Eslami, regista di "20th Suspect Circuit", in programma alle ore 18.00.
Un'improbabile amicizia si instaura tra il regista ed Ehsan, il capo di una gang criminale giovanile iraniana che tenta di rubare la sua auto. Nei sei anni successivi, il regista segue la gang nelle loro scatenate scorribande per le strade di Teheran, mentre cercano di rubare auto, fare rapine e scontrarsi con le altre bande. Ma quando il gioco del gatto e del topo finisce male e vengono catturati dalla polizia, i ragazzi si rendono conto che il loro comportamento potrebbe non funzionare più, e che sono costretti a diventare adulti.

Dalle 19.30 alle 20.30, il primo talks del festival "#Syria: raccontare la vita nonostante la guerra" con Talal Derki, regista del film "Of Fathers and Sons", Emad Najm Husso, fotografo e attivista, Mohammed Albakkar, portavoce dell'Aleppo Media Center (AMC), e Filippo Mancini, coordinatore del progetto fotografico "Life in Syria". Modera l'incontro Giuseppe Alizzi, autore del libro "Sham Sham" e profondo conoscitore della Siria.
A sette anni dall'inizio di una drammatica guerra, tutt'ora in atto, il festival vuole dare voce a chi con il suo lavoro racconta le realtà della popolazione siriana, oltre i sentimentalismi mediatici e gli equilibri geopolitici.

Per ulteriori informazioni: www.middleastnow.it

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)