Martedì 12 Dicembre 2017
Percorso > Home > Webzine > UNIncontro Interculturale a Firenze > Archivio

Archivio - UNIncontro Interculturale a Firenze

Separatore grafico
Separatore grafico
UNIncontro Interculturale a Firenze - ''Anelli Mancanti'' (2015)
[ 12-11-2015 ]

Nata come “associazione ricreativa non riconosciuta”, Anelli Mancanti è un centro interculturale per l'aggregazione di giovani italiani e immigrati fondato a Firenze nel 1997 dalla necessità di colmare delle lacune istituzionali riguardanti il tema dell'integrazione e dell'accoglienza, per aspirare ad una società più equa ed interculturale.
Alla sua nascita l'associazione si è occupata principalmente di organizzare attività teatrali e corsi di lingua italiana per migranti ma, negli anni, ha ampliato e diversificato il proprio raggio di azione affiancando alle lezioni di lingua ulteriori servizi e attività.

Grazie a volontari professionisti, Anelli Mancanti ha creato tre sportelli per sostenere i migranti presenti nel territorio a risolvere problemi riscontrati nella quotidianità offrendo un'assistenza complementare a quella istituzionale, che rischia di essere insufficiente. Ogni lunedì è infatti presente nella sede di via del Palazzuolo 8, un medico accompagnato da personale infermieristico; il martedì e il venerdì è attivo uno sportello di assistenza per il lavoro e, grazie all'impegno di avvocati, anch'essi volontari, è presente uno sportello legale che si premura di accompagnare direttamente chi ne ha necessità presso le prefetture e le questure per risolvere problemi di permessi di soggiorno e altre questioni che possono inficiare la qualità di inserimento nel territorio.

Anelli Mancanti

Anelli Mancanti, da diciotto anni attiva per l'integrazione e l'accoglienza

Alla base delle attività rimangono comunque i corsi di lingua italiana che ottengono ottimi risultati grazie a un moderno metodo di insegnamento, basato su un approccio comunicativo non limitato alle sole nozioni grammaticali, ma centrato sulla risoluzione dei problemi quotidiani che gli studenti si trovano a dover affrontare nella loro nuova realtà culturale. Gli insegnanti, formati da corsi di glottodidattica, affiancano a elementi linguistici l'insegnamento di valori culturali in modo tale da favorire una convivenza civica ed evitare possibili incidenti tra diverse culture.
Nell'ottica di favorire la comunicazione interculturale, il centro permette scambi linguistici bidirezionali, offrendo la possibilità ai migranti, che hanno usufruito delle lezioni di italiano, di tenere a loro volta in prima persona corsi della propria lingua madre.

La crescita di Anelli Mancanti è legata al passaparola, ma non è questo l'unico metodo di propaganda usato dall'associazione la quale, grazie al web, ha aumentato la sua visibilità permettendo di essere raggiunta facilmente attraverso  la pagina Facebook e il Sito.
Proprio grazie a questi canali vengono pubblicizzati gli eventi organizzati dall'associazione, che hanno la finalità, oltre che di far conoscere il centro, di promuovere un'idea di società più egualitaria e interculturale che possa accogliere e valorizzare le differenze senza che esse vengano negate o emarginate.
Sabato 24 ottobre, con questa finalità, si è svolto in piazza Tasso un evento organizzato da Anelli Mancanti in collaborazione con Uisp Comitato di Firenze e Uisp solidarietà, chiamato “Todos Bomber” in cui abbiamo avuto l'occasione di intervistare Shafiq, giovane del Bangladesh che, dopo aver usufruito dell'associazione, ha poi deciso di entrare a farne parte, come spesso avviene per molti dei volontari presenti in Anelli Mancanti.

Anelli Mancanti
Todos Bomber, appuntamento per l'integrazione in Piazza Tasso con Anelli Mancanti

Uno degli eventi che richiama più attenzione e partecipazione, anche grazie alla collaborazione del  Comune di Firenze, è la festa di San Paolino, organizzata nel quartiere probabilmente più cosmopolita di Firenze, a pochi passi dalla sede di via Palazzuolo. A questo evento, che si tiene una volta l'anno per due giorni consecutivi durante la prima settimana di luglio, vengono svolte numerose attività tra cui concerti, spettacoli teatrali e cene, dove le diverse comunità di migranti hanno la possibilità di condividere i loro valori culturali e le loro usanze.



[ENGLISH VERSION - click here]

A cura di:
Alessandro Grimaldi,
Francesco Lo Torto, Pier Paolo Giovacchini, Simone Bernotti

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)