Martedì 19 Giugno 2018
Percorso > Home > Webzine > Arte

Arte & Mostre

Separatore grafico
Separatore grafico
Enjoy Firenze: percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici della Toscana
[ 02-02-2018 ]

La visita guidata all’edificio religioso più importante della città di Firenze, il Duomo, e al Battistero, un itinerario nella Chiesa e nel Museo di Orsanmichele, un viaggio alla scoperta del tesoro dei Granduchi a Palazzo Pitti e, per San Valentino, una speciale visita fuori porta alla Villa Medicea di Poggio a Caiano, teatro della tragica fine dell’amore tra Francesco I e Bianca Cappello. Sono questi alcuni degli appuntamenti di febbraio di “Enjoy Firenze”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi, a cura di Cooperativa Archeologia.

12 gli appuntamenti del mese, che si apriranno domenica 4 febbraio alle 10.00 con la scoperta del “Tesoro dei Granduchi” (già noto come "Museo degli Argenti") situato al pian terreno e al mezzanino di Palazzo Pitti, negli ambienti di quello che fu il fastoso “appartamento d’estate” della famiglia Medici. Sarà possibile anche una visita alla mostra Leopoldo de’ Medici principe dei collezionisti, dedicata a Leopoldo, principe cadetto e protagonista della politica culturale della corte fiorentina nel secondo Seicento, figura di spicco nel panorama del collezionismo europeo per la vastità dei suoi interessi e la varietà delle opere raccolte.

Tra gli appuntamenti del mese, la riscoperta di grandi classici come la Chiesa e il Museo di Orsanmichele (10/02), dove al primo piano sono conservate le sculture originali, opera dei più celebri artisti fiorentini dal XIV al XVI secolo, che  ornavano sui quattro lati le nicchie all’esterno, e al secondo piano, in cima alla costruzione, si può osservare un notevole, unico panorama della città; la Galleria degli Uffizi (18/02), una delle collezioni d’arte più antiche del mondo, che conserva le maggiori opere dei più grandi artisti dal Medioevo al Rinascimento, da Cimabue e Giotto a Botticelli, Leonardo e Michelangelo, una notevole raccolta di statuaria classica e opere importanti di artisti stranieri.

Nel mese di San Valentino, sarà possibile partecipare alla visita fuori porta alla magnifica Villa Medicea di Poggio a Caiano (11/02), fatta edificare da Lorenzo de’ Medici, teatro della tragica fine dell’amore tra Francesco I e Bianca Cappello, sua storica amante e poi sposa. Entrambi si spensero l’uno a un giorno di distanza dall’altro, per febbre terzana, anche se la tradizione orale tramandò la diceria che fossero morti per avvelenamento.

In cartellone anche una visita guidata all’edificio religioso più importante della città, il Duomo con il Battistero (17/02) e il nuovo itinerario d’arte per il complesso monumentale di Santo Spirito (24/02), una delle chiese più affascinanti di Firenze, da poco arricchita con opere fino ad ora non accessibili al pubblico, come il Chiostro Seicentesco, il Refettorio, con il prestigioso affresco le Tre Cene di Cristo del Poccetti, la Sala Capitolare e la Sacrestia con il Crocifisso ligneo scolpito di Michelangelo, ora osservabile a 360 gradi grazie alla nuova collocazione.

Ultimo appuntamento del mese sarà al Museo della Storia della Scienza, dal 2010 riaperto al pubblico con il nome di Museo Galileo (25/02) che conserva una delle raccolte scientifiche più importanti a livello nazionale e internazionale, in parte provenienti dalle collezioni medicee, in parte da altre acquisizioni e donazioni e si presenta oggi con ambienti museali radicalmente rinnovati negli spazi e nei contenuti. 

Ad arricchire il cartellone 2 proposte fuori porta. La prima è con i laboratori e le visite guidate per bambini e adulti all’antica città di Luni (SP), fondata dai Romani nel 177 dopo lunghe lotte contro i Liguri e collegata attraverso la via Emilia alla pianura Padana, un centro che in epoca imperiale fu definito la città di marmo per la ricchezza decorativa dei suoi edifici pubblici e privati (18/02). Infine, il cantiere di allestimento del Museo delle Antiche Navi di Pisa, che espone le imbarcazioni di epoca romana emerse durante lavori per l’ampliamento della Stazione di Pisa S. Rossore con il loro carico di anfore, ceramiche, vetri, metalli e strumenti di bordo (3,11,18, 24/02).

Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it

Programma completo su www.enjoyfirenze.it

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)