Mercoledì 15 Agosto 2018
Percorso > Home > Webzine > Arte

Arte & Mostre

Separatore grafico
Separatore grafico
In mostra agli Uffizi il talento ''da gran maestro'' della pittrice Elisabetta Sirani
[ 06-03-2018 ]

La Galleria degli Uffizi celebra il "Mese della Donna" con alcune esposizioni dedicate all'arte al femminile. Si apre infatti da martedì 6 marzo fino al 10 giugno Dipingere e disegnare "da gran maestro" mostra di opere della pittrice bolognese Elisabetta Sirani visitabile al primo piano della Galleria, nella Sala Edoardo Detti e nella Sala del Camino. Curato da Roberta Aliventi e Laura Da Rin Bettina, con il coordinamento scientifico di Marzia Faietti, il progetto conta trentaquattro opere esposte, provenienti da raccolte italiane sia pubbliche che private, ad eccezione dell'Autoritratto come Allegoria della Pittura, proveniente dal Museo Pushkin di Mosca.

Artista dalla vita breve ma prolifica, già da giovanissima la Sirani gestisce la bottega del padre Giovanni Andrea distinguendosi per velocità esecutiva, facilità e mano sicura, caratteristiche notoriamente associate alla pittura maschile. La sua produzione negli ultimi anni si ritrova all'attenzione degli studi di genere riferiti al peculiare fenomeno delle artiste bolognesi, come Lavinia Fontana. In particolare, l'importanza della Sirani risiede nella qualità della sua produzione, che è iniziata a soli diciassette anni "e poi continuata, senza mai abbassare la guardia intellettuale, nel segno delle femmes fortes dell'epoca", afferma il direttore della galleria degli uffizi Eike Schmidt. "Nei suoi dipinti colpisce il carattere nobile, eroico delle figure femminili: virtù che paiono guerriere, sante, vergini, madri e Madonne, tutte si distinguono per una nobiltà e una gravitas senza cedimenti, senza debolezze". La fama della Sirani era nota al suo tempo, tanto da ricevere nella sua abitazione personalità politiche e intellettuali provenienti da tutta Europa. Grazie ai suoi legami con la scena culturale bolognese, la pittrice ha modo di intrecciare relazioni con la Firenze medicea e soprattutto con il cardinale Leopoldo, uno dei più importanti collezionisti della sua epoca.

Da segnalare infine la possibilità di visitare sul sito degli Uffizi, sezione "IperVisioni", la galleria virtuale dell'esposizione: un percorso che consente di scoprire le immagini in alta definizione della mostra e gli approfondimenti sulle opere esposte.

Orari: martedì-domenica ore 8.15 - 18.50; la biglietteria chiude alle 18.05.

Per ulteriori informazioni: www.uffizi.it

SR

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)