Mercoledì 23 Maggio 2018
Percorso > Home > Webzine > Arte

Arte & Mostre

Separatore grafico
Separatore grafico
''Internation-ART'' in mostra alla Galleria360 di Firenze
[ 05-04-2018 ]

Il dibattito sull’arte è oggi sempre più acceso e trova stimolanti spunti di riflessione nella nuova mostra "Internation-ART" la cui inaugurazione avrà luogo giovedì 5 aprile, alle ore 19.00, alla Galleria360 di Firenze, in via il Prato 11r. Durante la serata inoltre sarà offerto un cocktail di benvenuto mentre musicisti jazz suoneranno dal vivo, animando la serata e creando un felice connubio tra Arte e Musica.

“Ma questo è un quadro?”, “Questa è arte?”. Visitando una mostra o entrando in un museo d’arte contemporanea capita spesso di pensare, dire o sentire domande di questo genere. Anche per gli addetti ai lavori come critici, galleristi, curatori, è sempre più difficile stabilire confini precisi tra cosa possa essere considerato “arte” e cosa in realtà non lo sia.
L’arte contemporanea è caratterizzata da un paradosso: da una parte attrae grandi numeri di visitatori, soprattutto in occasione di eventi su scala mondiale come  fiere o biennali; dall’altra crea molte perplessità e viene considerata “difficile”. Questo perché all’originaria funzione estetica dell’opera, ovvero al principio millenario della kalokagathìa, l’ideale greco del “bello e buono”, si è sostituito quello del “sensazionale”. Ci vengono così in mente cuori in acciaio, squali in formaldeide e pupazzoni di Jeff Koons, Damien Hirst e Maurizio Cattelan o il gigantismo imperscrutabile di Matthew Barney.
E se dunque le opere di Cattelan, Hirst, Koons o Barney  fanno clamore, provocano e si trasformano in veri e propri“proiettili contro l’osservatore” (Walter Benjamin), al tempo stesso riportano la questione al nocciolo del problema: quello di un’arte che, attraverso il “sensazionale”, attraverso la provocazione, denuncia i paradossi di un sistema che troppe volte è costretto a piegarsi alle logiche di mercato, alle esigenze dei curatori e alle aspettative del pubblico.
In una società che ha visto mutare il proprio concetto di identità, i propri confini fisici e culturali, in nome di una “internazionalità” che ha ridefinito nuove geografie artistiche, gli artisti di “Internation-ART” attraverso le loro opere, propongono quindi nuovi spunti di riflessione sull’attuale condizione dell’arte e dell’artista, facendo dialogare il passato con il presente, i linguaggi tradizionali con le nuove tecnologie, attraverso ingegnose manipolazioni ed eclettiche ibridazioni.
Virginia Bazzechi Ganucci Cancellieri

Esposizione in programma fino al 28 Aprile.
Orario apertura: lunedi dalle 15 alle 19; da Martedì a Sabato compresi dalle 10-13 e dalle 15-19.
Ingresso libero

Info: : www.galleria360.it

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)