Martedì 21 Agosto 2018
Percorso > Home > Webzine > Arte

Arte & Mostre

Separatore grafico
Separatore grafico
''Meta-llo'', le opere di Pergolini, Margari e Lantieri in mostra alla Società delle Belle Arti di Firenze
[ 05-05-2018 ]

Una mostra che attraverso il medium espressivo del metallo riflette sull’eterna lotta tra Thanatos ed Eros, tra Arte e Vita, tra l’ineluttabilità di una finitezza della vita umana, l’immortalità dell’arte e la permanenza della natura. Sabato 5 Maggio, alle ore 16.30, si apre "Meta-llo. Minerale creative" con le opere di Angiolo Pergolini, Franco Margari e Paolo Lantieri nelle sale espositive della Società delle Belle Arti – Circolo degli Artisti “Casa di Dante” di Firenze, in via Santa Margherita 1R. La kermesse artistica sarà presentata dalla storica e critica d’arte Virginia Bazzechi Ganucci Cancellieri.

I metalli hanno esercitato un'influenza significativa sulla storia del genere umano accompagnando lo sviluppo della nostra civiltà. L’alchimia per secoli ne ha studiato le proprietà e ricercato la formula per trasformarli in materiali nobili. Il carattere “vivo” del metallo, la sua duttilità alla continua trasformazione, lo fanno diventare metafora per eccellenza della ciclicità della natura e della vita. Come il metallo, l’intero universo è in perenne trasformazione: piante, animali ed esseri umani sono costantemente “in transito”, attraverso spazi e stagioni della vita, in un continuo avvicendarsi di congedi e nuovi inizi.

In mostra, fino al 17 Maggio, le opere di tre artisti dalle personalità e modalità espressive completamente diverse, si confrontano quindi con il metallo, indagandone quel mistero di trasformazione capace di trasmutare il materiale grezzo in opera d’arte. Angiolo Pergolini lo maltratta, ma poi lo accarezza, estraendo dalla materia bruta opere plastiche e pittoriche contraddistinte da un’insospettabile armonia. Franco Margari dà vita a nuove utopie immaginative, lavorando sulle imperfezioni, sugli strati, sulle cicatrici, sui contrasti, esaltati da un magma cromatico incandescente e palpitante. Attraverso una perfetta padronanza tecnica, Paolo Lantieri invece sente il metallo cedere sotto l’assalto dei suoi gesti controllati, secondo un’azione creativa tutta incentrata sulla poetica di forme e colori di soggetti muliebri.

Ingresso libero.

Orario: da Martedì a Domenica compresi dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.

Info: www.circoloartisticasadante.com

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)