Percorso > Home > Webzine > Arte

Arte & Mostre

Separatore grafico
Separatore grafico
''Tanabata'', la festa giapponese dei desideri a Villa Vogel
[ 07-07-2018 ]

Sabato 7 e domenica 8 luglio 2018, dalle ore 17.00 alle 23.00, torna la festa giapponese dei desideri "Tanabata" a Villa Vogel (via delle Torri, 23).

Una tradizione che nasce da un’antichissima leggenda che narra della Principessa Orihime: “Come ogni giorno la Principessa Orihime stava tessendo uno splendido abito per gli Dei del Firmamento. Quel giorno era molto triste perchè si rese conto di non aver mai avuto il tempo di innamorarsi. Suo padre, il Dio dei Cieli, triste per lei, decise di organizzare una unione con Kengyu, il Pastore dei Cieli. Il loro matrimonio fu dolce e felice fin dall’inizio e da allora le giornate per Orihime divennero sempre più felici. Un giorno il padre si accorse che la figlia trascurava il lavoro, così si arrabbiò e decise di separare la coppia facendo scorrere tra di loro il Fiume della Via Lattea. Soltanto una notte all’anno permise loro di incontrarsi: il settimo giorno del settimo mese. Ogni anno quel giorno dalla bocca del fiume della Via Lattea il rematore della Luna porta sul suo traghetto Orihime fino al suo amato.” 

Così nacque l’usanza di esprimere i desideri lasciandoli appesi ai rami di bambù, una pianta forte, resistente e sempre verde che in Giappone simboleggia perseveranza e rettitudine ed elevandosi verso il cielo è il miglior portatore dei nostri desideri. Come vuole l’usanza, una volta terminata la festa Lailac provvede a raccogliere tutti i desideri per portarli in Giappone presso un tempio shintoista dove riceveranno il rito del fuoco, attraverso il quale i desideri saliranno in cielo per raggiungere le stelle e la Principessa Orihime.

Come cornice a questa usanza tipicamente giapponese Lailac proporrà un mercatino con tanti prodotti artigianali e contemporanei, un banco gastronomico gestito da ManGiappone e degustazioni di sake con Firenze Sake. Non mancheranno gli intrattenimenti quali giochi tradizionali, oracolo omikuji, origami, calligrafia ma anche possibilità di incontro con realtà locali come la scuola di shiatsu Istituto Europea di Shiatsu e arti marziali giapponesi con Judo Educazione Firenze, Fudoshin Kai Prato e Itto Ryu Kai. In serata ci sarà anche il giro dell’omikoshi, nel nostro caso un piccolo tempio, che verrà portato dentro i giardini di Villa Vogel dallo stesso pubblico ed infine accompagnato da danze tipiche giapponesi come il bonodori, la danza degli antenati che in Giappone viene praticata in estate in ogni città e paese per unire nella gioia della vita tutti noi e i nostri antenati. Sarà offerta anche la possibilità di avvicinarsi alla Via del Te, l’antica tradizione dell’ospitalità con degustazioni e dimostrazioni. Se tutto questo convince ma il visitatore non ha l’abito giusto per l’occasione, nessun problema. I volontari di Lailac sono a disposizione per far indossare lo yukata, il kimono estivo tradizionale, sia a uomini che donne! Saranno così tutti perfetti per trascorrere il Tanabata e danzare il bonodori.

Ospite del Tanabata la Maestra di flauto traverso tradizionale shinobue, Mizuki Nakamura che nel mese precedente la festa tiene un corso di flauto per un gruppo di italiani allo scopo di insegnare le atmosfere, lo spirito e gli antichi suoni delle feste tradizionali giapponesi.

Lailac è una associazione culturale giapponese che ha sede proprio nel Quartiere 4 di Firenze e dal 1999 è attiva nel divulgare la cultura giapponese in tutta Italia attraverso corsi ed incontri presso la propria sede ma anche manifestazioni ed eventi a Firenze ma non solo. Tutto lo staff è rappresentato da volontari ed amici dell’associazione ed anche un gruppo di studentesse giapponesi attualmente residenti a Firenze.

Per maggiori informazioni: www.lailac.it

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)