Percorso > Home > Webzine > Lettura

Lettura

Separatore grafico
Separatore grafico
Scrittici migranti: letture ad alta voce con Il Giardino dei Ciliegi alla Biblioteca Fabrizio De André
[ 28-03-2017 ]

Martedì 28 Marzo, alle ore 16.30, in occasione della rassegna "Si scrive Marzo si legge Donna" ideata dalle Biblioteche Comunali Fiorentine, la Biblioteca Fabrizio De André, (Via delle Carra, 2), ospiterà l'iniziativa "Scrittrici migranti", le letture ad alta voce a cura del Giardino dei Ciliegi.

I brani selezionati tra le opere di Cristina Ali Farah, Gabriella Ghermandi, Christiana de Caldas Brito, Kaha Mohamed, Claudileia Lemes Dias, Geneviève Makaping.

Kaha Mohamed Aden è nata a Mogadiscio arriva in Italia nel 1987 in seguito alle persecuzioni contro la sua famiglia, si laurea in economia a Pavia e lavora nel settore della mediazione interculturale. Ha curato performance e collaborato al video “La quarta via” con Simone Brioni. Sua l'opera "Fra-intendimenti" (Nottetempo, 2010).

Christiana De Caldas Brito
, scrittrice e psicoterapeuta nasce nel 1939 a Rio de Janeiro. Si trasferisce in Italia con una borsa di studio e si stabilisce a Roma. Scrive anche libri per bambini e ragazzi. Amanda Olinda Azzurra e le altre, (Lilith, 1998), Qui e là, (Iannone, 2004), 500 temporali, (Iannone, 2006).

Ubah Ali Farah. Nasce a Verona nel 1973 da padre somalo e madre italiana. A tre anni si trasferisce con la famiglia a Mogadiscio fino allo scoppio della guerra civile. Ha vissuto a Roma e ora si è stabilita a Bruxelles. Madre piccola, (Frassinelli, 2007) Il comandante del fiume, (Fazi, 2012).

Claudileia Lemes Dias
. Nata nel 1979 a Rio Brilhante in Brasile, si laurea in legge e si trasferisce in Italia. Storie di extracomunitaria follia, (Compagnia delle lettere, 2011) Nessun requiem per mia madre, (Fazi, 2012).

Gabriella Ghermandi
. Nata nel 1965 ad Addis Abeba, è una scrittrice italo-etiope impegnata nelle performance teatrali. Collabora al progetto musicale “Atse Tewodros Project”, la tradizione etiope incontra il jazz italiano. Regina di fiori e di perle, (Donzelli, 2007).

Igiaba Scego
. Nasce a Roma nel 1974 da genitori somali. È giornalista e scrittrice. Rhoda, (Sinnos, 2004) Oltre Babilonia, (Donzelli, 2008) La mia casa è dove sono, (Rizzoli, 2010) Adua, (Giunti, 2015).

Il Giardino dei Ciliegi - Centro Ideazione Donna, teoria e pratica politica che dal 1988 vuole contribuire a cambiare la società ed i rapporti fra donna e donna, fra donna e uomo, fra divers*. Così il Giardino è diventato sempre più un collettivo di lavoro che si articola in una pluralità di iniziative e progetti, perché nomadi siamo fra culture, realtà, problematiche. Dai temi dell’intercultura e della pace, alla qualità del vivere urbano, ai testi femminili di culture differenti, il Giardino, crocevia di esperienze e di elaborazioni, ha accolto nel tempo – e continua a farlo – momenti di riflessioni, performance, incontri, dibattiti.

La partecipazione è libera e gratuita.

Info: www.biblioteche.comune.fi.it 

CP

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)