Giovedì 29 Giugno 2017
Percorso > Home > Webzine > Lettura

Lettura

Separatore grafico
Separatore grafico
Scrittori raccontano scrittori: Maurizio de Giovanni racconta Eduardo De Filippo a Palazzo Strozzi
[ 25-03-2017 ]

Sabato 25 Marzo, alle ore 11.00, nella Sala Ferri di Palazzo Strozzi, nuovo appuntamento con la prima edizione di "Scrittori raccontano scrittori", l'iniziativa promossa da Alba Donati e Gloria Manghetti in occasione dell'inizio delle celebrazioni "Verso i 200 anni del Gabinetto Vieusseux".

Dopo Maurizio Maggiani, Melania Mazzucco, Michela Murgia, Elena Stancanelli e Chiara Valerio il ciclo prosegue con Maurizio de Giovanni che attraverso la scrittura di Eduardo De Filippo e il suo rapporto con Napoli cerca di tracciare l’evoluzione dello spirito e del contesto etico della città prima e dopo la seconda guerra mondiale, interpretando dei momenti di storia sociale all'interno delle sue opere.

Tra il 1991 e il 1992, per volontà degli eredi De Filippo, la moglie Isabella Quarantotti e il figlio Luca, sono infatti giunti al Vieusseux i manoscritti di Eduardo e la sua corrispondenza. Ordinati, catalogati e digitalizzati, questi materiali costituiscono un preziosissimo nucleo documentario, di raro interesse per la storia del teatro del XX secolo.

La scrittura di De Filippo fornisce una perfetta lettura sotto traccia della storia morale di Napoli e di come essa sia cambiata nella sua natura intima dopo il violento spartiacque della seconda guerra. Attore e autore che più di ogni altro è stato interprete etico e allo stesso tempo sarcastico di questa evoluzione, Eduardo costruisce infatti attraverso la sua scrittura due città: la città fino al ’45, fatta di relazioni, famiglie, amicizie, incontri; e quella dopo il ’45 formata da tante sopravvivenze individuali, egoismi. Maurizio de Giovanni percorrerà la frattura di questo racconto.

Scrittori raccontano scrittori è un progetto triennale: ogni anno 10 scrittori rileggono 10 scrittori di ieri, le cui carte sono custodite nell' Archivio Contemporaneo del Gabinetto. Agli scrittori è stato chiesto di ‘frugare’ nelle carte dell’Archivio Bonsanti alla ricerca di una chiave di lettura nuova dell’autore scelto. Saranno racconti fatti a partire da qualcosa di raro o di inedito, uno scarabocchio, una variante scritta a margine, un disegno sul quaderno di appunti. Dopo Maurizio de Giovanni sarà la volta di: 1 aprile Eraldo AffinatiMario Rigoni Stern, 8 aprile Paolo di PaoloElsa Morante, 6 maggio Simona VinciGianna Manzini, 13 maggio Andrea BajaniAntonio Tabucchi.

I progetti sono stati pensati per le scuole medie superiori. Ogni incontro sarà seguito da un massimo di quattro classi. Gli incontri saranno comunque aperti al pubblico fino ad esaurimento posti.

Info: www.vieusseux.it 

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)