Mercoledì 13 Dicembre 2017
Percorso > Home > Webzine > Lettura > Archivio

Archivio - Lettura

Separatore grafico
Separatore grafico
Leggere per non dimenticare: ''Identità, l'altra faccia della storia'' di Adriano Prosperi alle Oblate
[ 29-11-2017 ]

Per improvvisa indisponibilità dell'autore, l'incontro di mercoledì 29 novembre 2017 con Adriano Prosperi non avrà luogo.
Mercoledì 29 Novembre
alle ore 17.30, per la rassegna "Leggere per non dimenticare", Dario Nardella e Stefano Levi Della Torre presentano il libro di Adriano Prosperi "Identità, l'altra faccia della storia" alla Biblioteca delle Oblate di Firenze (Via dell'Oriuolo, 24)

La 'barbarie' la troviamo a viso scoperto o celata sotto sinonimi. Tra questi sta conoscendo una fortuna crescente 'Identità'. E accanto a 'identità', 'radici', ma anche 'etnicità', con gli antenati 'nazione' e 'nazionalità'. Parole che sono diventate abituali nel nostro linguaggio ma che possono diventare pietre perché, come tutto ciò che serve a distinguere e a prendere coscienza di una separazione, contengono un potenziale violento pronto a giustificare aggressioni civili e guerre. È dietro queste parole che vediamo alzarsi in piedi individui collettivi di cui si presuppone una naturalistica e inassimilabile diversità. Se, come scriveva Saul Bellow, l'identità di un essere umano è quella definita dal racconto della sua vita, per estensione l'identità di un popolo o di una società umana sarebbe la sua storia. Ma nessuna definizione, per quanto acuta ed elegante, può impedirci di avvertire dietro questa parola, apparentemente così semplice e innocua, l'eco sorda della risacca della storia e dei rapporti di forza che ha ripreso a fare intensamente il suo antico lavoro: scaraventa sulle rive più diverse popoli e individui, quando non li cancella inabissandoli nel fondo del mare.

Adriano Prosperi, studioso della cultura e della vita religiosa della prima età moderna, è professore emerito di Storia moderna alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Tra le sue pubblicazioni: Dare l’anima. Storia di un infanticidio (2005); Giustizia bendata. Percorsi storici di un’immagine (2008); 1498 Savonarola dal falò delle vanità al rogo in Gli anni di Firenze (2009); Dizionario storico dell’Inquisizione (4 volumi, con V. Lavenia e J. Tedeschi, 2010); Il seme dell’intolleranza. Ebrei, eretici, selvaggi: Granada 1492 (2011) (Delitto e perdono. La pena di morte nell’orizzonte mentale dell’Europa cristiana XIV-XVIII secolo(nuova edizione 2016); La vocazione. Storie di gesuiti tra Cinque e Seicento (2016).

Per ulteriori informazioni: www.leggerepernondimenticare.it 

NB

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)