Martedì 19 Giugno 2018
Percorso > Home > Webzine > Lettura

Lettura

Separatore grafico
Separatore grafico
''La guerra dei Murazzi'' di Enrico Remmert alla libreria IBS+Libraccio Firenze
[ 19-03-2018 ]

Quattro racconti notturni, un libro di storie comuni ed eroismi: questo e tanto altro è "La guerra dei Murazzi", il nuovo libro di Enrico Remmert che verrà presentato lunedì 19 Marzo, alle ore 19.00, alla libreria IBS+Libraccio Firenze (Via de' Cerretani, 16r). Insieme all'autore saranno presenti Vanni Santoni e Gabriele Merlini.

Enrico Remmert è il cantastorie delle vite qualsiasi che si incrociano e si intrecciano in quel luogo dell'anima – pieno di pericoli e possibilità, di scelte e rischi – che è la Notte. A ciascuno dei suoi personaggi è offerta una scelta. Si può essere eroi o vili, si può fuggire o restare, si può combattere o nascondersi. Tutto nella Notte si decide: soprattutto l'amore.
«Mia nonna diceva che per vivere bastano tre regole, e sono tutti divieti da applicare a se stessi: non oziare, non incolpare, non lamentarti».

Nella raccolta intitolata "La guerra dei Murazzi", Enrico Remmert raduna, in una Torino più magica che vera o in una Cuba più sognata che reale, una folla di personaggi, ciascuno legato a un destino al quale vuole aderire o dal quale vuole liberarsi. Un buttafuori albanese, un parrucchiere giapponese, una ragazza cubana, un gruppo di hooligan inglesi, due serbi allevatori di cani, e tanti ancora da scoprire: su di loro incombe la Storia con tutto il suo peso inerte e la sua pressione senza volto.
Con eleganza, delicatezza e una trepidazione che non diventa mai sentimentalismo, Remmert racconta queste esistenze, minime e trascurabili come la nostra, mostrando il punto in cui, magari per una volta nella vita, diventano incandescenti: e si trasformano, o bruciano.

Hanno scritto di Strade bianche: «Il delicato intimismo delle situazioni private e l'istintiva follia giocosa dei tre compagni di
avventura, rendono il romanzo bello e intenso» Sergio Pent, La Stampa.
«Remmert torna felicemente con un road-trip dei desideri, servito da una scrittura corale e armoniosa come una melodia, che è anche fuga necessaria alla ricerca della giusta traiettoria» Carlotta Vissani, D - La Repubblica delle Donne.
«Remmert è bravissimo nel mutare continuamente i registri della scrittura, adattandoli di volta in volta a ciascun componente del trittico» Luca Beatrice, Il Giornale.

Enrico Remmert è nato nel 1966 a Torino. Traduttore dall'inglese, Remmert ha inoltre collaborato con numerosi quotidiani e riviste (La Stampa, Rolling Stone, GQ), programmi tv (Camera Cafè) e case di produzione. Per Marsilio ha pubblicato Rossenotti (1997), La ballata delle canaglie (2002) e Strade bianche (2010). È tradotto in una decina di lingue.

Per ulteriori informazioni: www.ibs.it 


RC

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)