Martedì 12 Dicembre 2017
Percorso > Home > Webzine > Musica

Musica

Separatore grafico
Separatore grafico
''Vite semiserie'', Francesco Bottai presenta il nuovo disco alla libreria La Cité
[ 27-05-2017 ]

Sabato 27 Maggio, alle ore 18.30, alla libreria La Cité di Firenze (Borgo San Frediano, 20/r) ospita la presentazione di "Vite semiserie", il nuovo disco di Francesco Bottai.

Un disco di decompressione – ci tiene a precisare l'artista - di ritrovato entusiasmo per la surrealtà, per il grottesco, per il jazz e per l’ironia. “E’ il tentativo di affermare che le vite (in questo caso soprattutto la mia) non possono essere solo serie o solo gioviali”. Le vite descritte in questo disco sono “malincomiche”.
Certamente si tratta di un lavoro molto personale nel quale è possibile ritrovare il percorso artistico fin qui realizzato da Francesco Bottai, ma al tempo stesso scoprire  un ulteriore lato intimo ed inedito dell'artista. “E’ un gioco che si fa serio – prosegue - una giraffa col torcicollo, è l’incanto di un amore visto come un giardino chiuso da un cancello”.
C'e molta poesia nei testi, delicati e sinceri al tempo stesso. “Questo disco ha un colore – ci tiene a precisare Francesco – ed è azzurro”. Potremmo definire queste composizioni come un'affascinate raccolta di immagini messe in musica. “Sono un grande appassionato di cinema e ho sempre cercato di utilizzare la parola e la musica in modo visivo, come fosse un film”.

Il primo singolo è il brano Ma che ne so, boh che apre il disco, una tenera riflessione autobiografica che parla di affetti, di assenze a loro modo presenti, di un Novecento non più rintracciabile. “E' la mia consapevolezza di stare diventando grande, e la conseguente necessità di dovermi misurare con il mondo attraverso esperienze diverse”.
Se i testi sono importanti, grande attenzione è stata riservata anche sul piano musicale. Vite semiserie è un disco ricco di tonalità e colori che spaziano in vari ambiti stilistici, e dove si segnala la presenza di ospiti importanti come Nico Gori al clarinetto e Beppe Scardino al clarinetto basso.

L'artista sarà in tour per l'uscita del nuovo album con nove brani inediti che ha ultimato di registrare in questi mesi, durante il periodo di momentanea separazione consensuale dai Gatti Mézzi.
Prima tappa il 10 di giugno a Pisa all'interno della manifestazione Argini e margini (lungarno Galilei, ore 21,30). Sarà un live buffo, divertente, ci sarà una componente comica, si ride insomma, ma sarà sopratutto caratterizzato dal rapporto con il pubblico, ovvero quella cifra stilistica che è da sempre nelle corde dell'artista.

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)