Giovedì 19 Luglio 2018
Percorso > Home > Webzine > Musica > Archivio

Archivio - Musica

Separatore grafico
Separatore grafico
Al Santarosa Bistrot il chitarrista Simone Massaron presenta in anteprima ''Furore''
[ 04-07-2018 ]

Mercoledì 4 luglio 2018, alle ore 21.30, anteprima live di Furore di Simone Massaron al Santarosa Bistrot (Lungarno di Santa Rosa, Firenze) nell’ambito della rassegna "West of the Sun 2018" (ingresso libero).

Furore è il nuovo album di Simone Massaron pubblicato dall’etichetta indipendente Long Song Records e prodotto da Stefano Castagna nato dall’esigenza di trasformare in musica le emozioni che lo stesso Massaron ha provato la prima volta che ha letto l’omonimo libro di Steinbeck, l’opera che è diventata per il musicista un punto di riferimento. Tradotto in tutto il mondo, in Italia da Bompiani, il capolavoro della letteratura americana - premiato con il Pulitzer nel 1940 - ha ispirato nel corso dei decenni artisti, registi e musicisti.

Tra questi Simone Massaron che, con questo disco, realizza una sorta di colonna sonora del libro, una trasposizione in musica del romanzo.

I brani dell’album, ispirato a Furore di John Steinbeck, verranno eseguiti dal chitarrista lasciando spazio anche all’improvvisazione. L’ascolto si configura per lo spettatore come esperienza multisensoriale: alla musica Massaron abbina infatti un viaggio visivo che alterna fotografie di Dorothea Lange del periodo del Dust Bowl americano a schermate nere, creando momenti ad elevata intensità emotiva.

Importanti e ulteriori fonti d’ispirazione del progetto artistico sono state le fotografie di Dorothea Lange del periodo del Dust Bowl. Appassionato di fotografia da sempre, Massaron ritrova nelle immagini in bianco e nero della Lange la polvere raccontata da Steinbeck. Ecco allora che l’emozione visiva si unisce a quella scaturita dai testi per comporre l’album di inediti che è un viaggio nei personaggi e temi del libro.

Tom Joad, Jim Casy, la Mother Road e le promesse disattese della California sono infatti alcune delle tematiche delle quattordici composizioni del disco.

Un progetto che è un omaggio ai contadini che negli anni ’30 furono costretti a migrare verso ovest a causa del Dust Bowl, il peggior disastro ecologico della storia americana causato dall’uomo. Gente che si muove, si sposta: la stessa gente protagonista dei racconti di Steinbeck, quella che quotidianamente trasmettono a colori i telegiornali europei.

“La migrazione è una storia senza tempo – dichiara Massaron - un fenomeno che può essere riportato in qualunque contesto storico. Il mio Furore vuole essere una riflessione musicale sul tema e, da musicista, ho trovato naturale accompagnare con melodie le pagine del libro.”

Simone Massaron, classe 1971, è un chitarrista e compositore che si muove in ambito jazz folk e nella musica d’avanguardia.

Le fotografie di Dorothea Lange sono state selezionate dal musicista nell’archivio del CSAC - Centro Studi e della Comunicazione di Parma - che dal 1975 conserva in Italia il maggior numero di stampe fotografiche dell’epoca rooseveltiana della Farm Security Administration (FSA).

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)