Lunedì 25 Settembre 2017
Percorso > Home > Webzine > Teatro & Danza

Teatro & Danza

Separatore grafico
Separatore grafico
Estate a San Salvi: ''Siete venuti a trovarmi?'' con Matteo Pecorini dei Chille
[ 22-07-2016 ]

Venerdì 22 luglio, alle ore 21.30, continua la ricerca dei Chille de la balanza sulla memoria del manicomio di San Salvi con un piccolo-grande evento: "Siete venuti a trovarmi?", firmato dal più giovane attore formatosi in casa Chille, Matteo Pecorini, che mette in scena un diario recentemente ritrovato di un paziente sansalvino degli anni ’70: A.L. le sue iniziali.

Una storia vera di una disarmante, tenera solitudine, già presentata con successo ad Aversa, Gorizia e che prossimamente sarà in Campania, Sicilia, Abruzzo ed altre regioni italiane.

“Nella sua stanza le sedie sono contate, e disposte a gruppi, disomogenei e sparpagliati ma secondo un ordine preciso. A.L. aspetta visite (o almeno così spera). E' per questo che prepara la moka, con metodica scansione di gesti, contando le tazzine, i cucchiai di caffè e quelli di zucchero. E' per questo che, di tanto in tanto, inforca la porta e chiede se ci sono visite per lui. E lascia nella stanza un groppo di silenzio. Però rientra sempre solo, con la schiena un po' più curva e uno strappo in più nella camicia. Ci racconta del suo paesino natale, Capaccio: bello, tra mare e collina, proprio bello. Però lo ripete con la voce continua dei dischi rotti, e con la faccia rivolta al muro, sbattuta quasi contro. E allora lo lascia appena può, il suo bel paesino, per vagare di città in città, per mezza Italia, prima da solo e poi con la moglie. Però anche quelle città sono soltanto una lista da snocciolare, punti di fuga che si rincorrono senza via d'uscita. A.L. è un bravo cattolico: va, ad ogni buon conto, a messa, e crede in Gesù Cristo, con tutti i suoi requisiti biblici ed evangelici. (…) Di famiglie se ne fa tante: l'arma dei carabinieri prima e il matrimonio con Maria, vergine per carità!, poi, e le tre figlie…però neanche loro vengono a trovarlo: non c'è mai nessuno oltre la porta che A.L. ogni tanto spalanca sul mondo! E allora…”

Stefano De Martin, ancora nell’emozione dello spettacolo, osserva: “Come spesso ci capita di dire e pensare: chi è il matto? Noi che stiamo seduti su plastica ospedaliera, muti, soli, impacciati o lui che ha la forza di raccontarsi, di uscire, entrare, prepararci il caffè, ringraziare per gli applausi? Chi è rinchiuso e chi è libero? E le parole che ci suggerisce "siete qui per me? siete venuti davvero a trovarmi?" mi rimandano alle ossessioni di Ligabue quando incontrava una donna: "dammi un bés, un bés, solo un bès". Abbiamo bisogno che qualcuno ci veda, ci riconosca, ci abbracci; mancando questo, franiamo nell'indistinto, nel buco nero della depressione. Prima ti raccattavano i manicomi, ora sono i ponti e le panchine della stazione e la mensa popolare e il freddo dell'inverno e la pioggia, le stelle e nulla forse più”.

Di “Siete venuti a trovarmi?” Matteo Pecorini firma testo, regia ed interpreta A.L. Un evento da non perdere, da pochi giorni presente in un bel trailer video firmato da Marco Jacobelli, cliccando su https://www.youtube.com/watch?v=XT2wXbdLhZQ.

Estate a San Salvi fa parte dell'Estate Fiorentina 2016.

Ingresso 10 €, posti limitati, prenotazione obbligatoria.

Informazioni e prenotazioni: tel. 055 6236195, mail info@chille.it o www.chille.it.

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)