Mercoledì 20 Giugno 2018
Percorso > Home > Webzine > Teatro & Danza

Teatro & Danza

Separatore grafico
Separatore grafico
''La libertà è terapeutica'', l'estate a San Salvi tra teatro, musica e arte
[ 12-06-2018 ]

Un titolo che non lascia spazio a equivoci e che descrive un progetto culturale a 360 gradi: "La libertà è terapeutica". Il più noto tra gli slogan attribuito allo psichiatra che chiuse i manicomi in Italia, il cui nome è legato alla legge 180 e di cui quest'anno ricorre il quarantesimo anniversario, dà il nome all'estate organizzata dalla compagnia Chille de la balanza all'ex ospedale psichiatrico di San Salvi.

Teatro, musica, danza, cinema, passeggiate e incontri per un totale di 80 appuntamenti che sono al centro della rassegna nell'ex-città manicomio, che fa parte, a sua volta, dell'Estate Fiorentina.

"San Salvi è un luogo di appartenenza e di socialità, che pensa al futuro mantenendo un forte legame con la tradizione, dove si dà ai giovani la possibilità di respirare l'arte, il teatro, e di vivere la cultura." Così Claudio Ascoli, fondatore della compagnia teatrale Chille de la balanza, racconta lo spazio in cui ha sede il festival e che ospita, ormai da anni, progetti nuovi e progetti già consolidati, rivolti e organizzati da ragazzi che fanno parte di una vera e propria comunità. Sono intervenuti alla presentazione del calendario estivo anche Tommaso Sacchi, curatore dell'Estate Fiorentina, che ha ricordato la crescita esponenziale del ruolo di San salvi nella rassegna, Max Larocca e Duccio Tebaldi dell'associazione culturale La Chute e alcuni degli artisti che hanno raccontato gli spettacoli in programma.

L'apertura della rassegna è prevista martedì 12 Giugno, alle ore 21.30, con la replica della Passeggiata "C'era una volta…il manicomio" di e con Claudio Ascoli.

L'evento di punta dell'estate a San Salvi è lo spettacolo "Dialoghi di profughi" di Bertolt Brecht, in programma da mercoledì 20 a venerdì 22 Giugno, alle ore 21.30. I Chille mettono in scena un lungo percorso di Laboratorio basato sul testo che Brecht, esule, scrisse durante il soggiorno in Finlandia nel 1940 dopo la fuga dalla Germania nazista. I Dialoghi, pubblicati solo postumi nel 1962, sono ad oggi uno dei testi brechtiani meno frequentati.

Nella scrittura scenica dei Chille, un'intera compagnia teatrale con 13 attori (6 coppie + un singolo) gioca a mettere in scena i due soli personaggi del testo: l'intellettuale e l'operaio. Nascono così infinite variazioni. I due parlano, parlano… anche perché, dice Brecht, ogni cosa contiene il suo contrario; tra loro il dissidio è appena accennato, forse perché non sono mai impegnati nell'azione; ma così facendo, le contraddizioni galleggiano senza mai esplodere. "Dialoghi di profughi" è un testo di impressionante attualità, un'amara e divertente riflessione su potere e populismo.

Nell'Estate a San Salvi da segnalare mercoledì 27 Giugno l'immancabile presenza di Gaia Scuderi e del suo evento speciale Raksa Kayriya, organizzato con Martina Filippi. Il ricavato verrà devoluto fra il canile-gattile del Termine e l'associazione El rayo verde che si occupa dei levrieri spagnoli. Lo spettacolo sarà dedicato all'effimero, perfettamente rappresentato dalla danza, che si dissolve lasciando il ricordo delle sensazioni vissute.

Il mese di Giugno è caratterizzato dalla significativa presenza del progetto "SalviAMO LA MUSICA", curato dall'associazione La Chute, con la direzione artistica di Max Larocca. Ben 4 i concerti da non perdere. Si inizia mercoledì 13 con Thalia Zedek and a band called "E", una leggenda femminile della musica indipendente americana, per la prima volta a Firenze. Si prosegue sabato 23 con il primo evento speciale, ospite Paolo Benvegnù, con "H3+ – dai primordi della terra al mondo vegetale": un teatrino di marionette, una stanza delle meraviglie ed un concerto con le canzoni di H3+. Venerdì 29 in scena Alessia Arena in "Alda canta ancora", uno spettacolo omaggio alla poetessa Alda Merini, con alla chitarra Francesco Catalucci. Ultimo appuntamento firmato La Chute e ancora evento speciale, sabato 30 con i Dirtmusic. Il gruppo vede la presenza di Hugo Race (Australia), Chris Eckman (Usa) che, con il loro blues oscuro, incontrano le visioni musicali di Murat Erfet del gruppo Baba Zula (Turchia). Dirtmusic è un progetto di contaminazione musicale straordinaria, anch'esso per la prima volta in assoluto in Italia.

Tanti altri ancora gli eventi speciali che proseguiranno da luglio a settembre e che spazieranno tra le varie arti performative.

Per ulteriori informazioni: www.chille.it 


Rosa Carbone

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)