Home > Webzine > Sport > Mondiali Antirazzisti Uisp a Firenze, in campo con coraggio contro le discriminazioni
giovedì 21 novembre 2019

Mondiali Antirazzisti Uisp a Firenze, in campo con coraggio contro le discriminazioni

03-09-2019
Si è conclusa a Firenze l'edizione 2019 dei Mondiali Antirazzisti Uisp. La carovana itinerante per ribadire che la lotta a qualsiasi forma di discriminazione e razzismo comincia anche dal mondo dello sport, ha toccato numerose città italiane. Una tappa si è svolta anche a Riace, cittadina che è divenuta nel corso degli anni un simbolo di solidarietà, integrazione e accoglienza. L’almanacco delle iniziative anti-razziste Uisp ha visto protagoniste a partire da marzo Roma, Bologna, Milano, Matera, Parma, Caserta e tante altre realtà lungo lo Stivale.

A Firenze un pubblico numeroso e partecipe ha raccolto l’invito lanciato dal campione di boxe Leonard Bundu a prendere parte all’evento, nell’ambito del festival Copula Mundi, per “praticare sport tutti insieme, giocare e divertirsi senza nessun tipo di bar-riera”. Nel Parco delle Cascine venti squadre hanno partecipato al torneo di calcio a 5 e una decina quelle che invece si sono sfidate sul campo da volley. Le formazioni, com-poste da giocatori di diverso genere e di età varie, si sono auto-arbitrate nel corso del-la manifestazione non competitiva e tutto si è svolto nel segno del fair play. La vittoria del torneo di calcio è andata alla squadra degli Anelli Mancanti, che ha collaborato con Uisp all’organizzazione dell’evento, mentre il team del Perù si è aggiudicato il torneo di volley.

Grande l’attenzione rivolta durante la manifestazione anche ad altre attività sportive: i salti e le acrobazie di bmx e skate con i ragazzi di Massive BMC Crew e Dokama, le esibizioni di discipline orientali a cura della ASD PAKUA Firenze, l’intrattenimento per i più piccoli con prove di giocoleria e circo a cura di En Piste e la body percussion con l’Associazione Destination West Africa. C’è chi si è sfidato a calciobalilla e ping pong e chi si è scatenato sulle note dei Bee Gees durante l’esibizione di Danza integrata dei pazienti del centro salute mentale Busillis insieme al centro anziani Vivere in libertà; un progetto targato Uisp che sta ottenendo significativi risultati per i partecipanti.

Non solo sport in questi quattro giorni al Parco delle Cascine. La partecipazione di Uisp al festival Copula Mundi ha offerto anche un momento di riflessione e di dibattito nel fitto calendario di concerti, rappresentazioni teatrali e performance.
Venerdì 30 agosto si è svolto un talk su sport, educazione ed integrazione attraverso progetti, iniziative ed esperienze che Uisp svolge con diverse associazioni del territorio. Un modo per ricordare l’impegno costante in carcere, nelle periferie e a scuola in difesa dei diritti e nel segno del rispetto dell’altro. Al dibattito sono intervenuti Ludovico Arte - Dirigente ITT Marco Polo Firenze; Don Massimo Biancalani - Centro Accoglienza Vicofaro (Pistoia); Carlo Balestri - Mondiali Antirazzisti UISP Nazionale; Claudio Cirri - Asd Revolution Soccer Firenze e Alvaro Fruttuosi - Gs Le Panche – Castelquarto Firenze.
Il presidente di Uisp Comitato di Firenze, Marco Ceccantini, nel ribadire la rilevanza della manifestazione, ha sottolineato il coraggio di chi “ha la volontà di organizzare certi momenti di incontro e dibattito in un paese dove si è perso, negli ultimi tempi, il senso civico dell’accoglienza e della tolleranza verso il prossimo”. Un “coraggio” che non è mancato alla Uisp e che di sicuro guiderà i prossimi passi dell’associazione nei progetti futuri contro ogni forma di razzismo e discriminazione.

Per maggiori informazioni: www.uispfirenze.it