Home > Webzine > Sport > Il programma della Festa Ferrari in piazza Signoria per i 1.000 Gran Premi
domenica 20 settembre 2020

Il programma della Festa Ferrari in piazza Signoria per i 1.000 Gran Premi

12-09-2020
Sabato 12 e domenica 13 settembre 2020, Firenze si tinge di rosso per celebrare i 1000 Gran Premi della casa di Maranello in Formula 1. Due giorni di festa per raccontare la storia della squadra corse e della casa automobilistica diventata in tutto il mondo simbolo dell’Italian style.

Un programma che prevede non solo l’esposizione delle vetture più memorabili di 70 anni di Gp, ma anche uno spettacolo di video mapping con proiezioni sulla facciata di Palazzo Vecchio, performance a terra verticali.

Sabato alle 21 show in piazza Signoria con ingresso libero fino a un massimo di 500 posti nel rispetto delle distanze Covid-19 (oltre alla capienza dei dehors degli esercizi commerciali presenti).

Si potrà effettuare l'accesso a partire dalle 18 da via Vacchereccia e via dei Calzaiuoli. I pedoni che vogliono solo transitare dalla piazza seguiranno appositi corridoi. L’evento sarà trasmesso sui canali Sky f1 Italia e Sky f1 UK e sarà visibile sulla piattaforma on line e sui social media della scuderia Ferrari.

Domenica dalle 8 alle 20 è prevista l'esposizione delle auto e monoposto delle vittorie storiche. Ingresso libero a turni di 100 persone alla volta nel rispetto delle distanze (si potrà accedere a partire dalle 8 da piazza della Signoria lato Fontana del Nettuno).

Come prevedono le normative anti Covid sono vietati gli assembramenti ed è obbligatorio usare la mascherina e rispettare la distanza di sicurezza.

In piazza della Signoria non ci saranno solo le vetture iconiche della Rossa, ma anche quelle della gamma Ferrari del 2020, nonché una show-car con la speciale livrea celebrativa dei 1000 Gp realizzata in esemplare unico.

Le auto resteranno in mostra, aperta a tutti, la giornata di domenica 13.

Piazza della Signoria sarà comunque sempre transitabile attraverso appositi corridoi senza creare assembramenti.

Fonte: www.comune.fi.it (Ufficio Stampa)