Home > Webzine > Sport > Meeting 12+12 Epta-Deca di prove multiple all'impianto Bruno Betti di Firenze
giovedì 23 settembre 2021

Meeting 12+12 Epta-Deca di prove multiple all'impianto Bruno Betti di Firenze

15-05-2021
I superman dell’atletica tornano a sfidarsi a Firenze. La nostra città, questo fine settimana, ospiterà nuovamente un meeting di prove multiple di livello nazionale. La manifestazione, 'Meeting di Firenze Epta Deca' è stata presentata in Palazzo Vecchio, dall'assessore allo sport Cosimo Guccione con Stefano Mei, presidente della Federazione italiana atletica leggera e Riccardo Calcini, direttore tecnico della manifestazione, il presidente della Regione Eugenio Giani, il presidente della commissione sport del consiglio comunale Fabio Giorgetti, la consigliera comunale Barbara Felleca e Alessandro Alberti, presidente del comitato toscano della Fidal. Il meeting (che lo scorso agosto si disputò nella sua prima edizione) si svolgerà il 15 e 16 maggio 2021 all’impianto Bruno Betti di via del Filarete per l’organizzazione della Prosport, che in prospettiva ha intenzione di rinverdire i fasti dell’antico meeting di Firenze che allo stadio Franchi (negli anni Settanta e Ottanta) attirava decine di migliaia di spettatori. L’evento di quest’anno allineerà nelle starting list i migliori 12 atleti e le migliori 12 atlete d’Italia della specialità delle prove multiple, più altre gare di contorno di ottimo livello.

Una bellissima occasione per il rilancio della grande atletica a Firenze - ha detto l’assessore allo sport Cosimo Guccione - le prove multiple sono gare dure e complesse ma anche molto belle da vedere. Ringrazio la Prosport che ha lavorato per organizzare questa manifestazione. Siamo orgogliosi che un meeting di cosí alto livello si svolga allo stadio Betti, un impianto comunale”.

Tra i protagonisti Simone Cairoli, l’azzurro di decathlon che dal 2019 vive e si allena a Firenze sotto la guida di Riccardo Calcini che chiuderà la sua carriera delle prove multiple proprio in occasione del meeting di Firenze. Il 31enne vincitore di 8 titoli italiani, tesserato per l’Atletica Lecco Colombo Costruzioni, ha cominciato a fare atletica a 8 anni, prima con le corse campestri, poi, fino al 2009 nel salto in alto per poi provare le prove multiple. La stagione 2017 lo ha visto crescere nell’eptathlon indoor (5841 punti) e nel decathlon (7875 a Götzis) con il miglior risultato dal 2006 per un azzurro. Agli Europei di Berlino del 2018 ha avvicinato gli ottomila punti (7949), per il decimo posto finale. Nel 2020 ha sfiorato il record italiano dell’eptathlon indoor con 5939 punti. Cairoli ha già dichiarato che punterà ad arrivare in fondo alla gara per chiudere la sua carriera di multiplista disputando tutte le prove fino ai 1500 metri finali, mentre l’ultima gara in assoluto della carriera sarà il salto in lungo ai prossimi Campionati italiani assoluti.

Quest’anno il meeting di Firenze si arricchisce di tre gare di grande interesse con protagonisti di calibro internazionale, che vedono i migliori sei atleti a discrezione del settore tecnico per i salti in estensione e grandi lanciatori. Tra esse appunto il lancio del peso con già confermati tra gli altri Leonardo Fabbri e Zane Weir; il salto con l’asta maschile con tra i partecipanti, Claudio Stecchi e Max Mandusic; il salto con l’asta femminile che vede iscritte Sonia Malavisi e Roberta Bruni nonché Angelica Gherca. A contorno una serie di gare regionali per ampliare la partecipazione ai giovani atleti toscani.

Fonte: www.comune.fi.it (Ufficio Stampa)