Home > Webzine > Giovani Reporter > ''Eros, filìa, agape. Le relazioni umane oggi'': al via l'11a edizione del Novembre stenseniano
lunedì 26 agosto 2019

''Eros, filìa, agape. Le relazioni umane oggi'': al via l'11a edizione del Novembre stenseniano

08-11-2014
"La cultura è quello che si sa dopo aver dimenticato tutto, ha detto Bernard Shaw". Con questa citazione dello scrittore irlandese Padre Ennio Brovedani, presidente della Fondazione Stensen, ha esordito alla presentazione della 11a edizione del "Novembre stenseniano". Quest'anno la manifestazione, che si svolgera al cinema Stensen di Firenze (viale don Minzoni, 25/c), è intitolata "Eros, filìa, agape - Le relazioni umane oggi" e avrà inizio il giorno 8 novembre per poi concludersi il 24 febbraio 2015. Si tratta di un ciclo di conferenze e di una rassegna cinematografica con l'obiettivo di indagare l'amore, l'eros e le relazioni umane nell'era delle rivoluzioni tecnologiche. Libido e tecnologia, sessualità e consumismo, corpo e pulsioni, identità di genere e nuove modalità di concepire la famiglia saranno esplorate attraverso un percorsotra scienza, sociologia, antropologia, filosofia e cinema.
L'amore umano, nelle sue svariate espressioni e relazioni, nel corso dei secoli è stato descritto, spiegato, definito e rappresentato da filosofi, letterati, psicologi, antropologi, artisti, teologi e ultimamente anche nei suoi aspetti fenomenologici e sociali da scienziati, medici e sociologi. "La cultura non deve essere erudizione, ma deve predisporre a ulteriori indagini e ricerche" prosegue Brovedani. "In questo mondo così problematico che stiamo vivendo dobbiamo situare tutti i diversi saperi in un orizzonte di senso e di significato. Ci proponiamo di essere un luogo che crea dei percorsi di riflessione. Vogliamo evitare l'aspetto ludico che hanno molti festival. Fare corretta informazione per i cittadini non è cosa da poco. Noi vogliamo promuovere una rigenerazione del tessuto sociale, culturlae, politico, religioso. Quest'anno partiamo da tre coordinate: eros, filìa e agape, tre categorie sulle relazioni umane. Ci interessa capire come sono nate e come ora si stanno dissolvendo. Prima ci deve essere la correta informazione, e poi la riflessione. Siamo felici di avere tra i relatori Anna Oliverio Ferraris, Duccio Canestrini, Remo Bodei, Emanuela Martini".
Michele Crocchiola, responsabile della fondazione per il settore cinema, ha illustrato il percorso filmico: "La parte cinematografica è ed è sempre stata molto importante per noi. Confrontandoci su quali film scegliere, abbiamo privilegiato dei film recenti, facendo un percorso parallelo a quello degli incontri".

L'incontro di apertura del giorno 8 novembre "Eros, filìa e agape" vedrà gli interventi di Aldo Stella, con "Inquadramento storico - filologico" e di Don Gianni Colzani "Sviluppi tecnologici". Alcuni degli incontri successivi saranno "Procreazione tecnologica: il dominio della tua vita" di Paolo Maugeri, "L'amore dei genitori nei confronti dei figli" di Anna Oliverio Ferraris, "Le passioni sportive" di Giovanni Boniolo, "L'amore per le cose - l'alienazione o fuga consumistica" di Remo Bodei.

La rassegna cinematografica, invece, si aprirà martedì 13 gennaio con "Father and son" di Hirokazu Koreeda. Tra i film in programmazione nella rassegna sarà proiettato "Brotherwood" di Nicolo Donato, su cui Crocchiola si è soffermato durante la presentazione, consigliandolo al pubblico.

Per maggiori informazioni e programma completo dell'evento: www.stensen.org 

di Giada Barbera