Home > Webzine > Giovani Reporter > Quarta serata eliminatoria del Rock Contest: Intervista ai semifinalisti ''Lo Straniero''
martedì 19 febbraio 2019

Quarta serata eliminatoria del Rock Contest: Intervista ai semifinalisti ''Lo Straniero''

10-11-2014
Giovedì 6 Novembre 2014 si è tenuta al Tender Club di Firenze la quarta vetrina eliminatoria del "Rock Contest", concorso per band e cantanti emergenti organizzato da Controradio: ogni sera si esibiscono sei artisti di cui due passano alla semifinale grazie alle decisioni di una giuria e del pubblico presente.
Lo Straniero, Neko at Stella, Parking Lots, Iommi, The Acustic Stargate Adventures e Sofia Brunetta sono gli artisti che si sono susseguiti sul palco durante la serata, dimostrando ancora una volta la bella varietà che la musica underground italiana può offrire. Il Contest infatti non è solo l'occasione per queste band di confrontarsi con altri artisti emergenti come loro o di farsi conoscere, ma anche un bel modo per il pubblico di avvicinarsi ad una realtà musicale spesso sconosciuta.

Per quanto riguarda i musicisti in gara, particolarmente interessante si è rivelata l'esibizione della giovane band da Alessandria, "Lo Straniero", che ha proposto brani melodici realizzati con un brillante mosaico di musica elettronica. I testi, cantati in italiano a doppia voce - femminile e maschile - interecciano analisi profonde sulla condizione umana a fortunate espressioni immaginifiche. "Il riferimento è la dark-wave italiana degli anni '80, l'elettropop, la canzone elegante vestita con suoni sintetici, Camus e l'esistenzialismo" come si può leggere sulla scheda che li riguarda sul sito di Controradio (www.controradiolive.info/rock-contest). I giovani ragazzi, insieme dal 2013, hanno dimostrato un grande entusiasmo nell'esibirsi e hanno aperto nel migliore dei modi la trafila delle esibizioni.
Ho avuto modo di conoscerli durante la serata e poter far loro alcune domande.

Come spieghereste il nome della vostra band a qualcuno che vuole conoscervi?
Lo Straniero. Non in senso territoriale, ma umano. Colui che spesso si sente un pesce fuor d'acqua, quello che a scuola sta nel banco in fondo oppure nel primo di fronte all'insegnante.

Di che cosa parlate nei vostri testi? Che cosa volete comunicare?
Non abbiamo una consapevolezza tale da riuscire a trovare un filo conduttore. Di sicuro nei brani ci sono figure che provano un senso di estraneità rispetto a tante situazioni del loro presente. Non per forza un'estraneità negativa: spesso se ci si allontana un po' il quadro risulta più chiaro.

Vi siete formati da poco eppure avete già fatto passi importanti. Come si deve muovere una band che è agli esordi ma vuole farsi conoscere? Qual è il vostro approccio?
Dare consigli è impossibile. Per quanto ci riguarda suoniamo tanto assieme, questo è il nostro punto fermo: suonare e comporre con continuità. In poco più di un anno abbiamo registrato parecchio materiale sia in presa diretta durante le prove che nel nostro home studio. Da qualche mese ci dedichiamo al primo disco che inizieremo ad incidere a dicembre. Poi vogliamo viaggiare il più possibile con la nostra musica.

Siete passati in semifinale. Che significato ha per voi questo risultato in un evento come il Rock Contest?
Ha un significato importante. Siamo arrivati a Firenze per suonare sul palco di un bel club, senza particolari aspettative. Ma il prestigio del contest e il livello delle band contano. Abbiamo capito che i nostri brani sono arrivati a chi ascoltava: la reazione del pubblico del Tender, che non sapeva nulla di noi, ci ha galvanizzati.

Cosa pensate del panorama musicale attuale? Trovate qualche tipo di sostegno da parte di istituzioni, pubblico, altri oppure dovete fare tutto da soli?
Il panorama musicale da una parte è esaltante perché c'è davvero di tutto e tanti artisti, anche nascosti, molto bravi. In questo affascinante marasma però ci si perde e ci si confonde facilmente: è importante sviluppare la propria identità, un sound e un racconto personale. Per ora il sostegno che riceviamo è quello di chi ci ascolta con attenzione durante i live. Per noi è già molto.

Progetti futuri?
Rendere Lo Straniero ancora più "Straniero", accompagnarlo in situazioni nuove, ancora sconosciute.

Pagina Facebook www.facebook.com/LoStranieroCanzoni
Soundcloud www.soundcloud.com/lostraniero

Lo Straniero hanno ottenuto il passaggio in semifinale insieme alla cantate leccese Sofia Brunetta.
Il prossimo appuntamento con il Rock Contest è Giovedì 13 Novembre ore 21.30 al Tender Club in Via Alamanni 4.

a cura di Fiammetta Pibiri