Home > Webzine > In piazza Poggi torna Easy Living
giovedì 01 dicembre 2022

In piazza Poggi torna Easy Living

27-05-2009
Dal 26 maggio riapre Easy Living, lo spazio culturale di piazza Poggi a due passi dalla spiaggia sull’Arno. La quinta edizione dell'evento organizzato dall'associazione Piazzart, prevede un cartellone degli eventi da giugno a settembre tra arte, video proiezioni, performance e intrecci trans-culturali, sulla riva sinistra dell’Arno. Saranno due gli spazi protagonisti del progetto: il chioschino di piazza Poggi, dove si svolgeranno quasi tutte le attività e la spiaggia sull’Arno che verrà inaugurata i primi giorni di giugno. La grande novità di quest’anno è il prolungamento dell’orario di apertura non più limitato ma esteso, come per gli altri locali e spazi della stagione estiva cittadina. La programmazione culturale quest’anno avrà una valenza prevalentemente artistica: tante sono le collaborazioni previste che ampliano l’offerta culturale, con due graditi ritorni, Micro e Monocrome, e due belle novità rappresentate dalle associazioni Auser e Artsenal con il progetto “Città di Pietra e d’Acqua” e Arabeschi di Latte per Piazzart, per un totale di quattro rassegne che si alterneranno per tutta l’estate. Tornerà il tanto atteso picnic sulla spiaggia organizzato per San Giovanni, il 24 giugno; da segnalare invece, il grande evento musicale che si terrà sulla spiaggia in occasione della Notte Bianca, il 27 giugno: arriveranno a Easy Living il gruppo dei Too Much Blond, il quintetto di giovanissimi fiorentini dai suoni rock- elettronici amatissimi dai teenager. Fra le varie proposte ci saranno anche i corsi di yoga per adulti e bambini, organizzati da It’s Yoga Firenze e le attività per bambini. Dalle 19,00 in poi aperitivo – buffet con sottofondo musicale nella zona bar di Easy Living, il cui restyling, quest’anno, sarà curato da artisti diversi: ogni mese le strutture bar mostreranno un nuovo allestimento. La Mostra/allestimento propone una rivisitazione del bar e degli elementi ad esso connessi, al fine di integrarsi perfettamente al luogo dove è ospitato, l’uno come la naturale continuazione dell’altro.