Home > Webzine > Festa nazionale di Emergency a Firenze: 15 anni per la pace
martedì 12 novembre 2019

Festa nazionale di Emergency a Firenze: 15 anni per la pace

27-08-2009
Emergency celebra a Firenze 15 anni di attività dall'8 al 13 settembre con "Buon compleanno, Emergency". Sono passati quindici anni dal 1994, anno della nascita di Emergency e del primo intervento nel Ruanda devastato dalla guerra civile. In quindici anni, oltre tre milioni di persone sono state curate gratuitamente in Afganistan, Algeria, Angola, Cambogia, Eritrea, Iraq, Nicaragua, Palestina, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone, Sudan e in Italia.
Per celebrare i "primi" 15 anni di attività, Emergency ha deciso di trasformare il raduno nazionale dei volontari nella sua prima “Festa nazionale” con molti appuntamenti aperti al pubblico.
A Firenze, al Mandela Forum e a Firenze Fiere, dall’8 al 13 settembre, spettacoli, dibattiti, incontri per conoscere il lavoro dell’associazione e per ragionare sul passato, sul presente e sul futuro dell’Ong fondata da Gino Strada.
Nella città toscana si sveleranno al pubblico i segreti di ospedali efficienti e con standard di cura elevatissimi. Mercoledì 9 settembre alle 15.00, l’incontro “Come si costruisce un ospedale modello: i centri di Emergency dalla missione esplorativa, alla progettazione, al mantenimento”. Sabato 12 e domenica 13, al mattino, medici e infermieri racconteranno i nuovi obiettivi dell’associazione e le attività degli ospedali di Emergency nel mondo.
Spazio anche per i dibattiti “politici” organizzati da PeaceReporter.
Martedì alle 18.00, sarà l’Afganistan alla ribalta: “Una missione diversamente difensiva” il titolo dell’incontro per fare il punto su una guerra che vede sempre più coinvolti i militari italiani. Introdurrà Enrico Piovesana con Nico Piro, inviato del Tg3, il direttore di Analisi Difesa Gianandrea Gaiani, il giornalista Emanuele Giordana, il generale Fabio Mini e Marco Garatti, chirurgo di Emergency di ritorno da Lashkar-gah, capoluogo del distretto di Helmand, teatro della grande offensiva statunitense di questa estate.
Giovedì, sempre alle 18.00, si parlerà di “I soldi per armi e guerra: un pessimo investimento” con esperti del settore, tra cui Paolo Busoni, Angelo Baracca, Valter Bovolenta e Francesco Vignarca.
Sabato, infine, “Il razzismo: una strana malattia”, con lo scrittore Erri De Luca, Don Virginio Colmegna della Casa della Carità e Gabriele del Grande, fondatore di Fortress Europe.
Molti gli spettacoli in programma.
Presso Firenze Fiere, martedì 8 alle 21.00, “Venezia – Londra – New York – Firenze. Il cinema dei diritti” con la proiezione di: “Domani torno a casa” film-documentario di Fabrizio Lazzaretti e Paolo Santolini girato tra Afganistan e Sudan.
Mercoledì 9 alle 21.00, sarà la volta di Lella Costa, che porterà a Firenze un suo recital. Giovedì 10 alla stessa ora toccherà a Moni Ovadia con il suo classico e più apprezzato spettacolo teatrale: “Oylem Goylem”.
Venerdì e sabato il palco del Mandela Forum ospiterà alcuni grandi amici di Emergency. Venerdì alle 21.30 Gino Strada e Diego Cugia, il Jack Folla di Alcatraz, “giocheranno” con la storia e con il futuro della associazione – e con quello del nostro paese – insieme a Fiorella Mannoia, Gianni Mura, Vauro e Marco Paolini. Sabato alle 21.30, Serena Dandini condurrà una serata in cui si alterneranno tra gli altri Antonio Cornacchione, Bebo Storti, Gaspare e Zuzzurro, Dario Vergassola.
Tutti gli aggiornamenti su http://firenze.emergency.it