Home > Webzine > Iniziano le giornate di preparazione al Palio di Siena
sabato 24 ottobre 2020

Iniziano le giornate di preparazione al Palio di Siena

16-08-2010
Venerdì 13 di agosto inizieranno gli intensi quattro giorni di preparazione del Palio di Siena, che si svolgerà, con la tradizionale corsa, il 16 agosto alle 19.00. Il Palio non è una manifestazione riesumata ed organizzata a scopo turistico: è la vita del popolo senese nel tempo e nei diversi suoi aspetti e sentimenti. Esso ha origini remote con alcuni regolamenti ancor oggi validi dal 1644, anno in cui venne corso il primo palio con i cavalli, così come ancora avviene, in continuità mai interrotta. Il territorio della Città è diviso in diciassette Contrade con dei confini stabiliti nel 1729 dal Bando di Violante di Baviera, Governatrice della Città. Ogni Contrada è come un piccolo stato, retto da un Seggio con a capo il Priore e guidato nella "giostra" da un Capitano, coadiuvato da due o tre contradaioli detti "mangini". Possiede, entro il suo territorio, una Chiesa con annessa la sede ove viene custodito tutto il suo patrimonio: cimeli, drappelloni delle vittorie, costumi della Comparsa - quelli in uso e molti di antica data - bandiere, archivio e tutto quanto altro concerne la vita della Contrada stessa. Martedì 13 agosto alle ore 7.00 ci sarà la presentazione dei cavalli che partecipano alle prove di selezione (batterie). Alle ore 9.00 inizia la cosidetta "tratta": l'operazione con cui vengono abbinati i cavalli alle dieci Contrade che partecipano al Palio. I cavalli visitati dei verinari e ritenuti idonei, vengono raggruppati in batterie e provati per tre giri intorno alla Piazza per verificare la loro adattabilità alla pista. Terminate le batterie i Capitani, alla presenza del Sindaco, si riuniscono per scegliere i dieci soggetti. Alle ore 12.00/13.00, su un palco allestito davanti al Palazzo Pubblico si svolgono le operazioni del sorteggio: ad ogni cavallo viene abbinata una Contrada. Ad ogni assegnazione, il Barbaresco prende in consegna il cavallo avuto in sorte e lo conduce alla stalla, accompagnato dai contradaioli. Infine alle ore 19.15 ci sarà l prima prova delle sei che precedono il Palio. Attraverso queste corse si verifica le condizioni sia del cavallo che del fantino. Per ogni prova il cavallo è accompagnato "all'Entrone" (ingresso del Palazzo Pubblico) dalla stalla della Contrada da un folto gruppo di contradaioli, che spesso intona i canti tradizionali. Per vedere le prove, occorre prender posto in piazza o su un palco prima che sia fatto "pulito", cioè sia stata sgomberata la pista dalle forze di Polizia. Così per le altre prove. Ogni contrada sceglie un fantino che può cambiare a suo piacimento fino al mattino del Palio. Solo il cavallo non può essere cambiato. I cavalli entrano al canape nell’ordine nel quale le Contrade entreranno in Piazza la sera del Palio per il Corteo. Per informazioni: www.ilpalio.org