Home > Webzine > ''Meet The Soloists'', incontri con i solisti del Maggio per il Meyer ed il Giappone
martedì 12 novembre 2019

''Meet The Soloists'', incontri con i solisti del Maggio per il Meyer ed il Giappone

30-01-2012

Da lunedì 30 gennaio 2012, alle ore 21.00, ogni lunedì sera presso la Sala del Buonumore del Conservatorio L. Cherubini di Firenze (Piazza delle Belle Arti, 2) si svolgeranno gli incontri di "Meet The Soloists - Incontra i Solisti del Maggio Musicale Fiorentino". La stagione "Meet The Soloists" unisce l’amore per la musica alla solidarietà, collaborando con la Fondazione Pediatrica Meyer di Firenze. L’obiettivo sarà cercare di riportare un sorriso a tutti quei bambini che lo hanno dimenticato, sia nelle corsie della struttura sanitaria fiorentina, che nelle strade di Sendai, devastata dallo Tsunami. La musica sarà il veicolo di trasmissione e lo strumento per unificare le forze di associazioni e singoli cittadini che, partecipando ai concerti, non assisteranno solo ad un evento per  “fare musica”, ma anche a un diverso modo di assaporare il gusto della cultura, che lasci un segno. L’intenzione è quella di produrre un cd delle prime parti dell’orchestra, con la collaborazione degli altri musicisti del Maggio Musicale Fiorentino che permetterà alle persone che non assisteranno a tutti i concerti, di ascoltarli dopo o di regalare un indimenticabile momento a coloro che lo riceveranno. Un cd che verrà donato dagli stessi solisti del Maggio Musicale Fiorentino alla Affinis Foundation of Japan per poterlo utilizzare in favore delle comunità colpite dallo tsunami, insieme ai ricavati delle vendite della stessa compilation, realizzati qua in Italia.
Giappone e Italia, per cominciare. E questo perché gli stessi artisti si sono trovati a vivere i tragici momenti del terremoto durante la loro tournèe a Tokyo, con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Sul momento il panico, l’incertezza, non hanno reso possibile nessuna azione di solidarietà, ma adesso che il mondo sembra aver dimenticato quei giorni, c’è ancora più bisogno di visibilità e di affrontare la discussione che rende attuale anche il dibattito italiano: il nucleare.
Un progetto di solidarietà morale, alternativo che permetterà anche agli sponsor che vorranno intervenire, di contribuire fattivamente alla rinascita di un sogno, una speranza, poi, anche per molti paesi, un piccolo gesto che ci distinguerà musicalmente e umanamente.
La sede dei concerti sarà, non a caso, la “Sala del Buon Umore” del Conservatorio Statale di Musica di Firenze, “Luigi Cherubini”, per creare una sinergia fra un patrimonio architettonico inimitabile e una ricchezza culturale unica. Far rivivere una Firenze che non è solo area pedonale, ma anche renderla città di contaminazioni stilistiche eccellenti, ombelico di un mondo tutto da ripensare.
Il programma prevede 30 concerti, ogni lunedì, e la speranza è quella di trasmettere ogni sera le emozioni che, nella fretta quotidiana, abbiamo dimenticato.
Sarà messa in vendita un’agenda, “Altra Musica”, creata in collaborazione con LAILAC che riporterà le festività giapponesi e quelle italiane. Sarà venduta online sul sito “La Settima Musa” e avrà al suo interno le date prefissate dei concerti già segnate ed una breve biografia dei musicisti. Oltre allo spazio per gli sponsor che collaboreranno al progetto.
Prima di ogni concerto verrà fatta una presentazione e si potranno rivolgere domande al musicista. Si spiegheranno le motivazioni e si allestirà un desk dove poter lasciare i recapiti ed iscriversi alla mailing list, in modo da ricevere una news letter con tutte le altre iniziative fatte sia dal Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, sia dai singoli musicisti.

Per informazioni: www.lasettimamusa.com - lasettimamusa@gmail.com