Home > Webzine > Fiorentina alla ricerca del riscatto con l’Udinese
lunedì 18 novembre 2019

Fiorentina alla ricerca del riscatto con l’Udinese

12-01-2013

Ci ha pensato uno straordinario Mattia Perin ha rovinare l’Epifania alla Fiorentina. Non solo ai tifosi viola, in 24 mila allo stadio per riabbracciare la propria squadra dopo un’astinenza di due settimane ma anche al nuovo colpo di mercato del duo Pradè-Macia, Giuseppe “Pepito” Rossi, in tribuna a fianco del patron Andrea Della Valle. Una sconfitta, quella col Pescara, inaspettata e proprio per questo ancora più difficile da digerire. Soprattutto per come si era messa la giornata di campionato, con l’Inter sconfitta sonoramente a Udine nel lunch match delle 12.30 e la Juventus sorprendentemente battuta in casa dalla Sampdoria. Una Befana, dunque, amara per la Fiorentina, con poche, pochissime caramelle e molto carbone. Lo smacco contro gli abruzzesi non ridimensiona però le ambizioni di un club tornato finalmente a pensare in grande. Il colpo Rossi testimonia un cambio di mentalità importante nella dirigenza gigliata. Un passo falso lungo un cammino fin qui a dir poco straordinario può capitare a qualsiasi formazione.
La fiducia verso la squadra resta intatta. E non potrebbe essere altrimenti. Anche contro gli uomini di Bergodi i viola hanno dimostrato tutto il loro valore, costruendo tantissime occasioni da rete soprattutto nel primo tempo non concretizzate, sì, per la scarsa precisione sotto porta ma anche per la bravura del giovane portiere biancoceleste. Non ci sono motivi per processare o addirittura mettere sotto accusa la squadra di Montella. La curva Fiesole lo ha dimostrato molto bene al termine della partita, continuando a sostenere i propri giocatori nonostante il brutto ko.
Nel calcio, si sa, il bel gioco alla fine paga. Non sempre la Fiorentina si ritroverà di fronte un portiere paratutto come lo è stato Perin domenica scorsa. Continuando a giocare così non mancheranno le occasioni per andare in gol. A partire dal match contro l’Udinese. Con i friulani inizierà un ciclo terribile nel quale rientreranno anche le sfide contro Juventus e Inter oltre a quella di Coppa Italia con la Roma di mercoledì 16 gennaio. Otto partite in una quarantina di giorni per capire dove questa Fiorentina possa davvero arrivare alla fine del campionato.
Il girone di ritorno ricomincerà contro Di Natale & co. Quanto sia difficile giocare contro la squadra di Guidolin, gli uomini di Montella se ne sono accorti durante la gara di Coppa Italia. In quella circostanza arrivò la vittoria ma senza dubbio una delle più sofferte dall’inizio della stagione, con Neto protagonista assoluto. Senza dimenticare – aspetto non di poco conto – che in quella partita non giocava Totò Di Natale, giocatore straordinario nonostante i 35 anni e accostato più di una volta alla Fiorentina durante questa sessione di calciomercato. Vero valore aggiunto di un Udinese priva dei grandi campioni del passato come Inler, Asamoah, Armero, Isla e Handanovic ma che ha nell’attaccante campano la sua punta di diamante. L’Inter lo sa bene, “matata” per ben due volte dall’ex Empoli domenica scorsa.
Anche i numeri evidenziano tutte le difficoltà di questa sfida per la Fiorentina: dodici le vittorie per i bianconeri, undici quelle della viola, sconfitta negli ultimi due campionati, l’ultima volta per 2-0 con le reti proprio di Di Natale ed Isla. Partita ostica dunque per i gigliati considerando anche l’assenza a centrocampo di Pizarro per un trauma distorsivo alla caviglia.
Ma il match di Udine ci fa tornare alla mente anche dolci ricordi. Uno su tutti: impossibile dimenticare la  tripletta di Batistuta nella vittoria per 3-2 alla prima giornata del campionato 1997-98 con un Alberto Malesani pazzo di gioia in bermuda sotto lo spicchio dei tifosi viola dopo l’impresa.
Tornando al presente e passando ai possibili schieramenti, la Fiorentina ritroverà Gonzalo Rodriguez al centro della difesa dopo la giornata di squalifica contro il Pescara mentre dell’assenza di Pizarro si è già detto. A sostituirlo dovrebbe essere Mati Fernandez.
Sul fronte Udinese, a centrocampo tornerà disponibile Pinzi. Assenti Benatia e Badu, impegnati con le rispettive nazionali in Coppa d’Africa. In avanti probabile la riproposizione di Muriel a supporto di capitan Di Natale.
Le probabili formazioni di Udinese-Fiorentina:
Udinese: Brkic, Heurtaux, Danilo, Domizzi, Basta, Pinzi, Allan, Lazzari, Pasquale, Muriel, Di Natale.
Fiorentina: Neto, Roncaglia, Rodriguez, Savic, Cuadrado, Mati Fernandez, Aquilani, Borja Valero, Pasqual, Roveti, Toni.

di Stefano Niccoli