Home > Webzine > ''Marzo 2013. Un mese per le donne''
giovedì 14 novembre 2019

''Marzo 2013. Un mese per le donne''

08-03-2013
Non solo una giornata di balli, canti e mimose. Un intero mese sarà caratterizzato da un fitto programma che comprende momenti di confronto e di riflessione, commemorazioni, concerti, denunce di violenze e di sopraffazioni. Marzo sarà tutto questo. Marzo sarà il mese dedicato alla donna. E non solo, visto che il 5 aprile il Comune di Firenze proporrà Serena Dandini con il suo spettacolo 'Ferite a morte' al teatro la Pergola. Il programma di "Marzo 2013. Un mese per le donne" è stato presentato, a Palazzo Vecchio, dall’assessora alle pari opportunità Cristina Giachi, dalla presidente della commissione pari opportunità Maria Federica Giuliani e dalla presidente della commissione pace e diritti umani Susanna Agostini.
Nel pomeriggio di mercoledì 6 marzo, nella Sala delle Miniature di Palazzo Vecchio, ci sarà il convegno ‘Un altro modo di guidare l’impresa - la leadership al femminile come spinta all’innovazione’ e la presentazione del libro ‘Le donne, il Management, la Differenza. Un altro modo di governare le aziende’ di Luisa Pogliana. Intervengono l’assessora alle pari opportunità Cristina Giachi, Cesare Sansavini, Carlo Stroscia, Isabella Covili Faggioli, Silvia Lombardi, Filomena Maggino, Veronica Cecchi, Antonella Cecconi. Alle 21, invece, alla Biblioteca delle Oblate (via Sant’Egidio 21) c’è ‘Sollevate dal Suolo. Letture di tre corti teatrali, un racconto e una poesia di Maria Letizia Grossi e Anais Coumine. Regia e lettura di Anais Coumine’. Introduce Milly Mazzei, Libreria delle Donne
Il 7 marzo, alla biblioteca Mario Luzi (via Ugo Schiff, 8) è in calendario ‘Una donna nella poesia….l’universo poetico di Caterina Trombetti’ e alle 21, alla biblioteca delle Oblate è prevista la conferenza ‘Nobel? Non è un premio per donne’.
Ricco il programma per la Festa della Donna con 16 iniziative complessivamente (molte delle quali potranno essere seguite in streaming su Radio Fleur). Tra queste ci sono quelle a Palazzo Medici Riccardi, per l’incontro con studenti e docenti degli istituti superiori della Provincia di Firenze sul tema della violenza di genere e il convegno ‘8 marzo: ascolta la mia voce. Omicidi, violenza, stalking, maltrattamenti sulle donne. Tra casi di cronaca e silenzio promosso dall’associazione stampa Toscana, con il patrocinio di Provincia e Comune di Firenze. L’8 marzo in piazza della Repubblica per tutto il giorno ci sarà “l’Atelier dei prodotti agricoli al femminile, l’altra metà della terra in piazza” a cura dell’associazione Donne in Campo Toscana e della commissione pari opportunità del Comune insieme agli assessorati all’ambiente e Pari opportunità. Per l’occasione saranno organizzati due laboratori: Orti in città e Quello che c’è sul riuso del cibo.
Alle 17.30, alla biblioteca delle Onblate, Daria Bignardi presenterà il suo libro ‘L’acustica perfetta’. Alla stessa ora, ma all’SMS di Rifredi (via Vittorio Emanuele II 133) l’incontro, organizzato dalla commissione pace e diritti umani ‘Aouatif Mazigh i diritti delle donne di oggi’
Poi ci sono gli eventi al Caffè Letterario Le Murate (in piazza delle Murate): alle 17 l’ ‘Incontro con le Persone libro’ a cura dell’Associazione Culturale Donne di carta; alle 18 ‘Donne tra le righe. Come promuovere la lettur: idee, letture e progetti’ Controradio talk show in collaborazione con La Nottola di Minerva al quale parteciperanno l’assessora Cristina Giachi, Roberta Mazzanti (Forum della Lettura), Sandra Giuliani (presidente dell’Associazione Donne di Carta); Lidia Castellani (scrittrice, Accademia della lettura) e Marion D’Amburgo (attrice). Coordina Chiara Brilli In diretta su Controradio/ FM 93.6 – 98.9. Alle 19 sarà proiettato il docu-film ‘Johanna Knauf. Direttrice d'orchestra: music to the people!, cosa succede quando una donna fonda e dirige un'orchestra’ di Silvia Lelli. Intervengono la presidente la regista Silvia Lelli regista e Johanna Knauf, direttrice d’orchestra.
Per l’8 marzo ingresso gratuito per le donne nei musei civici fiorentini. Prenotazione obbligatoria e gratuita per le visite alla Torre di Arnolfo a Palazzo Vecchio e la Cappella Brancacci (la prenotazione si può effettuare telefonando dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 17 allo 055 2768224 oppure allo 055 2768558oppure inviando una mail a info.museoragazzi@comune.fi.it).
Nel calendario delle iniziative anche due gite, organizzate entrambe dal’associazione Crisalide onlus: la prima il 16 marzo a Salviatino-Monte Ceceri-Fiesole, la seconda il 23 marzo a Montemignaio, in Consuma.
L’ultima iniziativa del programma il 23 marzo nel salone dei Duecento di Palazzo Vecchio con il convegno ‘Lavoro Sereno. Benefici per le aziende e per le persone’ a cura dell’associazione ‘Gli Amici di Daniele e dell’associazione AdAtta.

«L’8 marzo non è una festa ma, piuttosto, il ricordo di un evento tragico – ha ricordato l’assessora Giachi – è passato più di un secolo dal congresso socialista di Copenaghen nel quale venne deciso che l’8 marzo sarebbe stata la giornata da dedicare al ricordo della vicenda che vide la morte di donne operaie. Sicuramente sono stati fatti molti passi in avanti ma non bisogna cantare vittoria perché le donne italiane sono minacciata da nuove forme di sottomissione. È ancora difficile essere riconosciute come presenza femminile effettiva nella vita pubblica. Senza dimenticare la piaga tremenda del femminicidio».
«Ogni 8 marzo – ha aggiunto Cristina Giachi – deve essere un momento di riflessione, di critica su quanto si è fatto e quanto ancora manca da fare ma accompagnato da una spinta nuova, dall’invito a proseguire con decisione sulla via di una crescita civile della collettività. E il ricco programma di iniziative lo dimostra oltre a confermare che la sinergia con le tante associazioni e istituzioni presenti in città e il fare rete sono il migliore antidoto alla crisi di attenzione e di collaborazione oltre che economica».
«Le sfide dell’attuale contesto internazionale - ha aggiunto la presidente della commissione pari opportunità Maria Federica Giuliani - e della crisi economica vedono le donne protagoniste in tutti gli ambiti della vita sociale ed economica. In questo contesto di crisi, è ormai inderogabile mettere al centro del dibattito politico i diritti delle donne in tutte le sue accezioni. Le donne, con tutte le loro competenze, sono soggetti attivi di questo tempo; l'integrazione della dimensione di genere anche nel settore rurale costituisce una strategia chiave per la crescita economica e per lo sviluppo rurale sostenibile. Basti pensare che in agricoltura rappresentano il 33,3% dei produttori».
«Sarà un otto marzo declinato anche al tema dei diritti umani – ha rilevato la presidente Agostini – in molte zone del mondo le donne sono protagoniste in prima fila per rivendicare più democrazia e libertà. Per questo diventano le principali vittime dei regimi al potere. Ricordare questa ricorrenza a Firenze vuol, dire anche ripensare al marzo del ’44 quando, dopo gli scioperi nelle fabbriche fiorentine, 300 tra uomini e donne furono deportate a Mauthausen».

CALENDARIO EVENTI: download - clicca qua

(fonte: Ufficio Stampa del Comune di Firenze)