Home > Webzine > ''Luce dei miei occhi'': Controlli oculistici gratuiti per dire no al glaucoma
mercoledì 13 novembre 2019

''Luce dei miei occhi'': Controlli oculistici gratuiti per dire no al glaucoma

14-03-2013
Check-up gratuiti della vista il 14 marzo 2013 in piazza Santa Maria Novella a Firenze dalle 10 alle 17. Sarà presente un’unità mobile oftalmica con un medico oculista a bordo. L’iniziativa è messa in campo dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-Iapb Italia onlus in collaborazione con l’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti in occasione della settimana mondiale contro il glaucoma. Anche quest’anno alla giornata collaborano la clinica oculistico-universitaria di Careggi diretta dal professor Ugo Menchini e la Fratellanza Militare. Il glaucoma è una malattia subdola che, se non diagnosticata e curata per tempo, può portare alla cecità. In Italia si stima che siano affette da questo male almeno un milione di persone. La metà di loro però non ne è a conoscenza, perché si tratta di una patologia – non a caso definita il ‘ladro silenzioso della vista’, - che non presenta sintomi durante le sue fasi iniziali. Proprio per mettere in guardia i cittadini dai potenziali rischi, l’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità organizza periodicamente giornate di sensibilizzazione. Misurare la pressione oculare è importante: una pressione molto alta, che provoca la morte delle cellule del nervo ottico, rappresenta un campanello d’allarme che non deve essere sottovalutato. Il glaucoma è la seconda causa di disabilità visiva al mondo. E l’unica arma che abbiamo a disposizione per sconfiggere questo male è la prevenzione. Non a caso la campagna “La pressione eccessiva dell’occhio costituisce una minaccia per il nostro nervo ottico: il campo visivo si può ridurre progressivamente a partire dalla periferia fino a scomparire”, mette in guardia il professor Menchini, ribadendo che “dal punto di vista dell’efficacia delle terapie è essenziale fare la diagnosi precoce”. “Per noi – aggiunge Quatraro, - prevenire la cecità significa stringere un’alleanza tra la scienza, la medicina, la riabilitazione e le istituzioni per far riflettere sull’importanza della vista e di unire le forze attorno ad un obiettivo comune. A Firenze i non vedenti, il mondo del sapere e le istituzioni oggi sono insieme per ricordare il valore della vista e per dare un messaggio di speranza a chi soffre di patologie visive”.

Per informazioni: 800.068506 (dal lun al ven: dalle 10 alle 13), www.iapb.it