Home > Webzine > Fiorentina: continua il sogno Champions
mercoledì 20 novembre 2019

Fiorentina: continua il sogno Champions

15-04-2013
Tre punti pesanti come un macigno quelli conquistati sabato sera dalla Fiorentina all’Atleti Azzurri d’Italia. I Montella boys escono dalla sfida con l’Atalanta con un 2-0 che invita squadra e tifosi a credere sempre di più nell’Europa che conta. Soprattutto alla luce del pareggio del Milan con il Napoli. I rossoneri sono lì, a portata di mano, sopra di appena quattro lunghezze. Il calendario non sorride certo al Diavolo. La formazione di Allegri, parsa stanca sul piano atletico nei secondi quarantacinque minuti di ieri, farà visita domenica 21 alla capolista Juventus, desiderosa di riscattare l’eliminazione dalla Champions League e di "mettere in ghiaccio" la questione scudetto. E poi mancherà Balotelli, squalificato per tre giornate dopo il "c… guardi" rivolto al guardalinee nel match del Franchi.
I viola se la dovranno vedere, invece, con il Torino degli ex Santana e Cerci. A proposito dell’esterno sinistro: la società gigliata avrebbe deciso di riportarlo a Firenze. Il suo eventuale ritorno, però, non comporterebbe l’addio a Cuadrado. Il ds Pradè ha già chiamato l’Udinese per confermare il versamento dei cinque milioni utili per il riscatto del colombiano.
Partita difficile in quel di Bergamo. Primo tempo da dimenticare con Montella che opta per Sissoko in mediana insieme a Pizarro e Borja Valero, Pasqual e Cuadrado sulle fasce e Aquilani dietro l’unica punta El Hamdoui. Nessun pericolo per Consigli nella frazione iniziale di gioco. Anzi, sono i nerazzurri a sfiorare il gol del vantaggio, con Denis e Lucchini.
Di ben altro tenore la ripresa. Comincia il tanto famoso tiki taka, di fronte al quale i padroni di casa ci capiscono ben poco. Al 13’ la svolta. L’aeroplanino decide di inserire Ljajic e il serbo lo ricambia con una prestazione maiuscola. Al 16’ il ragazzo di Novi Pazar si procura un rigore facendo sbattere il pallone sulla mano di Stendardo. Sul dischetto va il Pek che fa 1-0. Il raddoppio arriva al 27’ con un bolide mancino di Larrondo, soprannominato per l’occasione "Lasfondo". L’argentino dovrà lottare ancora molto per conquistarsi la conferma per la prossima stagione, questa rete non potrà che aiutarlo. Qualcuno, pian piano, sta cominciando a ricredersi sul numero diciotto. Da oggi sugli spalti dello stadio ci sarà sicuramente qualche mugugno in meno.

Stefano Niccoli