Home > Webzine > Qui Moena, Fiorentina-Trentino Team 9-0. Ljajic e Rossi protagonisti
martedì 19 novembre 2019

Qui Moena, Fiorentina-Trentino Team 9-0. Ljajic e Rossi protagonisti

20-07-2013

Circa duemila i tifosi viola presenti sulla tribuncina del centro sportivo "Cesare Benatti" di Moena per la seconda amichevole stagionale della Fiorentina dopo quella di sabato 13 luglio contro il Montecatini vinta per 8-0. Segno di amore e grande fiducia  per la formazione di Montella. E’ veramente il caso di dirlo: si respira tutta un’altra aria rispetto all’estate 2012. Avversario di turno: il Trentino Team e non il Pro Patria dell’ex Aldo Firicano come stabilito inizialmente.

 
Queste le formazioni di partenza:
Fiorentina: Neto, Roncaglia, Compper, Hegazi; Joaquin, Ambrosini, Pizarro, Borja Valero, Pasqual; Rossi, Gomez.
Trentino Team: Rosati, Agosti, Nardin, Rosà, Scudiero, Michelon, Pancheri, Tait, Conci, Luciano, Donati.

Primo tempo
Fiorentina in vantaggio dopo appena novanta secondi. Pizarro verticalizza per Rossi che al limite dell’area scarica un potente collo sinistro alle spalle del portiere locale. Dopo pochi minuti, è lo stesso Rossi a sfiorare il raddoppio con una "puntata" mancina, fuori di poco.
All’ottavo è ancora Pepito a rendersi pericoloso con una conclusione dalla lunetta.
Undicesimo: 2-0 viola. Dal limite, Ambrosini allarga sulla sua sinistra dove il capitano Pasqual appoggia in rete con un "piattone" rasoterra.
Al diciottesimo, botta in diagonale di Rossi, out alla sinistra dell’estremo difensore trentino. Al 21’ si fanno vedere in avanti anche i padroni di casa con Luciano che da posizione defilata spara di poco alto sopra la traversa.
E’ un Giuseppe Rossi in grande spolvero. Lui, infatti, l’autore del 3-0 con un tiro preciso di destro.
Mario Gomez sfortunato. Joaquin cross dalla destra, il tedesco va in spaccata, palo e poi angolo.
Incontenibile Pepito: al 35’, converge da sinistra e scarica una fucilata di destro al sette del secondo palo.
41’: Gomez calcia a colpo sicuro a pochi metri dal portiere, ma il suo tiro viene deviato in corner. Ancora più sfortunato al 43’: tiraccio centrale dal limite, il portiere respinge male, ma la sfera si stampa sul palo.

4-0 per la Fiorentina alla fine del primo tempo.

Secondo tempo
Questa la formazione viola: Lupatelli, Tomovic, Olivera, Cassani; Romulo, Wolski, Vecino, Bakic, Alonso; Ljajic, Iakovenko.
Al quarto minuto, Ljajic segna il 5-0 con tocco a giro rasoterra dal limite dopo aver vinto un paio di rimpalli.
Al 19’ sesto gol della Fiorentina: dopo aver ricevuto un lancio di Bakic, Ljajic – capitano in questa seconda frazione di gioco – va via a un difensore e al portiere in serpentina e poi a porta vuota segna senza problemi.
Alonso vicino al gol al 23’: cross di Vecino, la palla giunge sulla sinistra allo spagnolo che prova il tiro… Fuori.
Altra rete di Ljajic al 27’che di testa insacca a pochi centimetri dalla linea di porta dopo un traversone dalla destra di Iakovenko (7-0).
Ottavo gol al 38’ ad opera di Iakovenko: Romulo in percussione sulla destra, la palla arriva ad Alonso, calcia, salvataggio sulla linea e poi tap-in vincente dell’esterno ucraino.
9-0 targato Ljajic (45’): punizione dal limite che si insacca all’incrocio dei pali. Splendido.

Alla fine della partita, il risultato finale è Fiorentina-Trentino Team 9-0.

Top & flop:

Tra i migliori sicuramente Giuseppe Rossi, protagonista assoluto nel primo tempo, e Adem Ljajic, con la fascia di capitano nella seconda frazione di gioco. Segnale, questo, mai banale anche se in un’amichevole di poco spessore.
L’avversario non era certo irresistibile, ma Pepito ha dimostrato di essere già in una condizione più che accettabile segnando tre gol, di cui il terzo una splendida girata di destro al sette. Il ginocchio è guarito e anche psicologicamente l’americano dimostra di non aver paura dei contrasti con gli avversari, cosa tutt’altro che scontata. 
Stesso discorso per il serbo, autore di quattro reti. Di pregevole fattura il quarto: tiro all’incrocio dei pali sugli svilupi di una punizione dal limite. Se si manterrà sui livelli della seconda parte della scorsa stagione, i tifosi viola sono davvero autorizzati a sognare in grande. Inoltre, con il rinnovo contrattuale fino al 2017 vicino, la seconda nuova avventura di Adem in viola può partire nel migliore dei modi, senza nessun tipo di pensiero. Firenze lo vuole vedere ancora all’opera.

Per quanto riguarda, invece, i flop, troppo basso il livello dell’avversario per dire chi sia stato il peggiore in campo dei gigliati.

Mercoledì 24 luglio alle 17.30 amichevole con la Cremonese.

Da Moena, Stefano Niccoli