Home > Webzine > ObiHall inaugura il ''Muro dei Ricordi'': Da De André a Madre Teresa di Calcutta, poste le prima sei targhe
lunedì 11 novembre 2019

ObiHall inaugura il ''Muro dei Ricordi'': Da De André a Madre Teresa di Calcutta, poste le prima sei targhe

02-08-2013
Il primo tour italiano dei Depeche Mode, lo storico album live di Fabrizio De André e Pfm, ma anche le tappe fiorentine dei premi Nobel per la pace Madre Teresa di Calcutta e del Dalai Lama Tenzin Gyatso. Artisti, eventi, personaggi che hanno segnato la storia della città e dell’ObiHall, nato 35 anni addietro come Teatro Tenda e trasformato nel 2002 da struttura provvisoria in vero e proprio teatro. Personaggi ed eventi che adesso ObiHall ricorda con il “Muro dei ricordi”, attraverso una serie di targhe realizzate da artisti, fotografi e graphic-designer.

Venerdì 2 agosto sono state poste le prime sei opere:
Steve Lacy (luglio 1978) inaugurazione Teatro Tenda.
- La grande musica internazionale – presentata da Franco Fontana: Amalia Rodrigues, Antonio Carlos Jobim, Vinicius De Moraes, Toquinho (ottobre 1978); Charles Aznavour (marzo 1979).
- Fabrizio De André e Premiata Forneria Marconi (gennaio 1979), registrazione disco live “Fabrizio De André in concerto con PFM Vol. 2”.
- Visita della Beata Teresa di Calcutta, premio Nobel per la pace 1979 (maggio 1981); visita di S.S. Tenzin Gyatso, XIV° Dalai Lama, premio Nobel per la pace 1989 (maggio 1999).
Depeche Mode – Franco Mamone presents... (novembre 1984), primo tour italiano.
- Cinema: David Byrne (novembre 1994); Ryuichi Sakamoto (novembre 1994); Nicola Piovani (febbraio 2002); Michael Nyman (luglio 2006).

L’obiettivo di queste targhe è la conservazione della memoria – spiega Claudio Bertini di Teatro Tenda srl - molte persone considerano l’Obihall un teatro nato nel 2002 con la costruzione del Saschall mentre per noi l’Obihall nasce nel ’78 con il Teatro Tenda. In questi trentacinque anni sono passati dal palcoscenico di Bellariva spettacoli ed eventi importanti. Abbiamo pensato di sottolineare qualche appuntamento, magari collegando ad una serie di episodi distanti nel tempo ma legati da un filo quasi invisibile".

Per informazioni: www.obihall.it

di Mario Santo Privitera