Home > Webzine > Fiorentina-Pacos, Montella: ''In Europa non solo per partecipare''
mercoledì 20 novembre 2019

Fiorentina-Pacos, Montella: ''In Europa non solo per partecipare''

18-09-2013

Archiviata la sofferta partita col Grassoppher, per la Fiorentina è arrivato finalmente il momento di esordire nella fase a girone d’Europa League, cinque anni dopo la semifinale maledetta persa ai rigori col Glasgow Rangers. Avversario di turno il Pacos de Ferriera di Costinha, ultimo a zero punti nella Super Liga Portoghese dopo quattro giornate e reduce dalla sconfitta per 3-1 contro il Benfica.
Il Franchi sarà una bolgia. Attesi trentamila spettatori. La voglia che i tifosi hanno di rivivere la magica atmosfera delle notte europee è tanta e pazienza se l’appeal della formazione gialloverde non è quello dei top club del vecchio continente. I Montella Boys tengono parecchio alla coppa. Hanno tutto, sul piano tecnico e qualitativo, per conquistare la finale che, non scordiamocelo, si giocherà allo Juventus Stadium di Torino. Per i tifosi viola sarebbe una delle soddisfazioni più grandi festeggiare in casa degli acerrimi rivali bianconeri. Un motivo in più per far bene. Anche perché, oltre al prestigio internazionale, vincere porterebbe nelle casse del club gigliato parecchi soldi. Soldi che verrebbero reinvestiti sul mercato per rinforzare una squadra già forte. Ma è inutile andare troppo avanti con i pensieri. Il primo ostacolo si chiama Pacos de Ferreira.
Purtroppo mancherà Cuadrado, infortunatosi alla spalla domenica contro il Cagliari. Per il colombiano tre settimane di stop. Ma soprattutto non ci sarà Gomez, out due mesi per una lesione distrattiva di secondo grado del legamento collaterale del ginocchio rimediata con i sardi. Una tegola, questa,  per le ambizioni gigliate delle prossime settimane. Adesso Mario dovrà avere molta pazienza per un percorso di guarigione lungo, noioso e poco gradevole.  In bocca al lupo!

Dalla sala stampa "Manuela Righini" dello stadio Artemio Franchi di Firenze, le parole del mister Vincenzo Montella e di Borja Valero:

Montella: "Al di là degli infortuni domani andrà in campo la squadra completa a livello di ruolo. Siamo consapevoli che ci sono degli infortunati.
L’episodio di domenica? Mi sono dispiaciuto per come ho criticato le decisioni arbitrali, non mi sono riconosciuto. La mia è una considerazione a prescindere della Fiorentina. Bisogna essere equi, non lasciarsi coinvolgere dal blasone della squadra, penso che sia Nicchi (presidente Associazione Italiana Arbitri, ndr) che Braschi (referente della Commissione Arbitri Nazionale di Serie A per Nicchi, ndr) la pensino come me
L’obiettivo è di fare il massimo, ma dobbiamo pensare una partita alla volta. Prima bisogna accedere alla fase successiva, poi si vedrà. Siamo in Europa non per partecipare e basta. Bisogna fare il nostro massimo, vedremo poi quale sarà.
Rossi? L’intenzione è di gestirlo. Non ha problemi a livello fisico, non ha mai saltato un allenamento, sono molto sereno. Cambio di modulo? Credo poco ai moduli. Vediamo cosa è meglio per la squadra, non per il singolo.
In Europa è importante il ritmo di gioco, i ritmi sono più alti rispetto alle partite del calcio italiano. Si affrontano squadre che difficilmente sono deboli. La difficoltà è maggiore.
Le parole di Galliani
(Torino e Firenze non dimenticano? Parliamo della Champions League, parliamo delle squadre che fanno la Champions, ndr)? Ci stiamo mettendo del nostro. Bisogna contestualizzare ciò che diciamo. Non bisogna esasperare le situazioni. Qualche sorriso in più farebbe bene a tutti. Bisogna saper subire le battute.
Vittoria unico risultato? Giochiamo sempre per vincere, non sempre ci riusciamo. Domani ci riproveremo. Il Pacos? Il miglior risultato l’ha ottenuto l’anno scorso col terzo posto. E’ una formazione molto tecnica. Fa del possesso palla la sua arma migliore. E’ un avversario ostico.
Vorrei vedere una squadra coraggiosa e paziente ma umile allo stesso tempo
".

Borja Valero: "Voglio dire ai tifosi di stare tranquilli. Malgrado le assenze abbiamo una squadra pronta, con giocatori che possono giocare come o anche meglio degli infortunati.
Posso giocare in tutte le posizioni di centrocampo. Ho iniziato dietro le punte, poi col tempo sono arretrato, ma va bene lo stesso.
In Europa c’è più motivazione perché non si ha sempre la possibilità di giocare una competizione così importante.
Ho buone sensazioni. Sono arrivato l’anno scorso in una squadra in costruzione e alla fine abbiamo fatto un bel campionat . L’Europa League è stato il nostro premio, adesso è arrivato il momento di giocarla.
Fiorentina come il Villareal 2010-11? Sarebbe bello eguagliare il loro risultato
(semifinale,ndr), o anche arrivare in finale.
Giochiamo sempre nella stessa maniera, domani conta vincere visto che è la prima partita in Europa, se poi giochiamo bene, meglio
".

Questa le probabili formazioni: Fiorentina: Neto, Tomovic, Rodriguez, Compper, Alonso, Aquilani, Pizarro, Mati Fernandez, Borja Valero, Rossi, Iakovenko.

Pacos de Ferreira: Degra, Santos, Gregory, Ricardo, Tony, Romeau, Ribeiro, Leao, Olivera, Bebè, Hurtado.

Stefano Niccoli