Home > Webzine > Mondiali di Ciclismo: trionfo della Eraud alla crono donne Juniores. Tra gli Under 23...
martedì 12 novembre 2019

Mondiali di Ciclismo: trionfo della Eraud alla crono donne Juniores. Tra gli Under 23...

24-09-2013

E’ Severine Eraud, francese classe 1995, la vincitrice della cronometro individuale donne, categoria Juniores ai Mondiali di Ciclismo 2013. L’atleta transalpina ha percorso i 16,19 chilometri da Piazza Vittorio Veneto a Viale Paoli in ventidue minuti, quarantadue secondi e sessantatre centesimi ad una media di 42,77 km/h. Dietro di lei, le due australiane Alexandria Nicholls (seconda a due secondi e sessantanove centesimi) e Alexandra Manly (terza a otto secondi e diciasette centesimi). 
E proprio la Nicholls aveva fatto registrare il miglior tempo all’intermedio di Piazza Ognissanti dopo 8,68 chilometri, con la russa Iakovenko, seconda a tre secondi e ventotto e la lituana Titenyte terza a dodici secondi e sedici. Addirittura di tredici secondi e quarantanove lo svantaggio accumulato dalla Eraud, quarta al primo rilevamento cronometrico. Nella seconda parte del tragitto la francese ha cambiato passo, bravissima a rimontare le avversarie e a chiudere la corsa davanti a tutte.
Per quanto riguarda, invece, le atlete italiane, la prima classificata è stata Francesco Pattaro in diciassettesima posizione, con un ritardo di quarantuno secondi e settantuno centesimi, mentre Michela Maltese ha chiuso trentanovesima (+ 1'3o"24). 

Sempre nella giornata di lunedì 23 settembre, ma nel pomeriggio, sono stati gli uomini Under 23 a "scendere in pista". Successo di Daniel Howson, terzo nella stessa gara ai Mondiali di Limburgo 2012 e già vincitore in questa stagione del campionato nazionale e di quello continentale della specialità. L’australiano ha preceduto il francese Yoanne Paillot di cinquantasette secondi e il danese Norman Hansen, campione olimpico su pista ai Giochi di Londra 2012. Sui 43,46 chilometri in programma da Pistoia a Firenze, Howson ha viaggiato con una velocità media di 52,3 km/h.
Tra gli italiani, Davide Martinelli il migliore, ventinovesimo. Solo quarantanovesimo Simone Antonini.

Stefano Niccoli