Home > Webzine > Lazio-Fiorentina, Montella: ''Partita importante, non pensiamo alla Juve''
venerdì 15 novembre 2019

Lazio-Fiorentina, Montella: ''Partita importante, non pensiamo alla Juve''

05-10-2013

Archiviata la bella vittoria col Dnipro, per la Fiorentina è il momento di rituffarsi sul campionato. Dopo il primo big match della stagione con l’Inter, nuovo importante banco di prova per i Montella Boys: Olimpico contro la Lazio, reduce dal 3-3 col Trabzonspor in Europa League. E’ l’ultimo impegno prima della benedetta sosta per le nazionali, al termine della quale ritorneranno tutti o quasi gli acciaccati. Anche perché al rientro al Franchi arriva la Juventus e si sa quanto a Firenze sia sentita la partita con i bianconeri.

La vittoria della Coppa Italia con la Roma lo scorso 26 maggio sembra aver tolto ai biancocelesti un po’ di cattiveria e mordente. Basta vedere, per esempio, il match di Reggio Emilia col Sassuolo, in cui, nonostante il vantaggio di due gol, Ledesma & co. si sono fatti raggiungere da una squadra tutt’altro che irresistibile (non si spiegherebbero sennò i sette gol presi dall’Inter). Anzi, con gli emiliani sarebbe potuta andare anche peggio se non fosse stata per la straordinaria prestazione di Marchetti, autore di un miracolo su Floro Flores sul punteggio di 2-2. Con Miroslav Klose infortunato, la sensazione è che se non si accendono Hernanes e Candreva, difficilmente la formazione di Petkovic riesce a portare a casa il risultato.

Come detto, tra i padroni di casa mancherà l’attaccante tedesco, oltre a Berisha, Biava, Konko, Novaretti, Radu, Pereirinha e Mauri, squalificato per calcio scommesse.
Tra i viola, tornano disponibili Giuseppe Rossi e Manuel Pasqual, mentre sono sicure le assenze di Gomez, Hegazi, Rebic e Iakovemko.

Dalla sala stampa "Manuela Righini" dello stadio Artemio Franchi, le parole del mister Vincenzo Montella:

"Se dopo la partita con il Parma c’era bisogno di una risposta c’è stata giovedì. La Lazio non è cambiata molto rispetto alla squadra dello scorso anno, sarà una partita caratterizzata dalle assenze e dalla fatica dopo le partite di Europa League. Pizarro sa che non deve più cadere in piccoli errori che poi si rivelano grandi, poteva evitare di fare quel fallo ma è stato anche condizionato dalle pessime condizioni del campo, ha fatto comunque una grande prestazione. In ogni partita si può migliorare quindi più partite fai e più puoi migliorare, anche se giocare ogni 3 giorni è faticoso per qualsiasi giocatore.
Non penso che i giocatori diffidati saranno condizionati dal fatto che la partita prossima sarà contro la Juventus. Quella di domani è una partita importante, in uno stadio e contro una squadra importanti. Ambrosini non mi sorprende, è un giocatore che ha grande entusiasmo e che si mette subito a disposizione. Non ho mai pensato di far riposare Gonzalo Rodriguez. Ribadisco che Ilicic si è infortunato in nazionale e che deve ancora recuperare, il suo infortunio non gli consente di allenarsi bene, per domani è out.
Non ho parlato con Prandelli di Giuseppe Rossi, di solito in questi casi sono i medici che parlato tra di loro, da lui però ho avuto indicazione positive, sarà tra i convocati e poi vedremo, penso che non debba dimostrare nulla a nessuno, se starà bene in campo credo proprio che non ci saranno problemi per la sua convocazione in nazionale a Brasile 2014.
Quando penso alla Lazio vivo ancora un pò di rendita per il mio passato alla Roma. Stiamo facendo un buonissimo campionato e una buonissima coppa, mi sembra che la squadra stia rispettando le aspettative nonostante che dopo l’anno scorso siano molto alte e nonostante gli infortunati. Matos ha bisogno di crescere ma ha già fatto vedere buone cose fin dai primi giorni di ritiro, sono contento che sia rimasto. L’alternanza tra i difensori è dettata dalle rispettive caratteristiche fisiche. Non saprei dire chi arriva meglio alla partita tra noi e la Lazio. Gomez è un giocatore fondamentale per la Fiorentina, così come Klose per la Lazio.
Matos ha solo 20 anni e penso proprio che potrà giocare. Non ho ancora visto Pasqual, ho solo letto quello che ha detto. Il 3-5-2 lo posso schierare più facilmente se c’è Cuadrado. Abbiamo una responsabilità importante ma forse le aspettative su di noi sono troppo eccessive, non possiamo pensare di vincere tutte le partite
”.

Le probabili formazioni:
Lazio:Marchetti, Cavanda, Ciani, Dias, Lulic, Ledesma, Gonzalez, Ederson, Hernanes, Candreva, Floccari
Fiorentina: Neto, Tomovic, Rodriguez, Savic, Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, Pasqual, Joaquin, Rossi

Stefano Niccoli