Home > Webzine > Roma-Fiorentina 2-1: la Champion's League si allontana
venerdì 15 novembre 2019

Roma-Fiorentina 2-1: la Champion's League si allontana

08-12-2013

La Fiorentina viene sconfitta in trasferta per 2-1 contro la Roma e vede allontanarsi ancora di più il terzo posto, ora distante 5 punti, mentre i giallorossi, ottenendo il successo dopo quattro pareggi di fila, riescono a distanziare il Napoli di altri due punti e a tenere il passo della Juventus capolista. Ancora una volta i viola hanno messo in evidenza i propri limiti in difesa pur tenendo testa alla squadra di casa per più di un tempo. I capitolini si dimostrano nuovamente la vera bestia nera di Montella, che da quando è arrivato a Firenze non è mai riuscito a batterli nè in campionato nè in Coppa Italia. I gigliati sono arrivati all'appuntamento dovendo rinunciare ancora una volta a Mario Gomez, il cui ritorno sul terreno di gioco, annunciato fino a pochi giorni prima della partita e poi sempre smentito, ormai sta diventando un vero e proprio caso. Il tecnico viola comunque ha potuto contare sui recuperi di Pasqual e Pizarro, quest'ultimo tuttavia lasciato inizialmente in panchina. Sono scesi in campo Neto in porta, Rodriguez, Savic, Pasqual e Tomovic in difesa, Aquilani, Valero e Ambrosini a centrocampo e Rossi, Vargas e Cuadrado in attacco.

I primi quindici minuti sono a senso unico, con la Roma che trova la rete già dopo sei minuti grazie a Maicon che, lasciato colpevolmente solo ad un metro dalla porta, approfitta delle incertezza del reparto arretrato per segnare. Nei successivi dieci minuti la squadra di casa rischia più volte di pareggiare, ma l'imprecisione e i riflessi pronti del portiere gigliato evitano la disfatta. Da quel momento la Fiorentina mostra coraggio e alla fine ottiene il pareggio con un bolide dal limite dell'area di Vargas, che finalizza l'assist di Tomovic. Nel secondo tempo gli ospiti falliscono due clamorose occasioni, con Rossi prima e con Aquilani poi, per ribaltare il match. A dimostrazione che a gol sbagliato corrisponde gol subito, pochi minuti dopo Destro riporta in vantaggio i giallorossi su passaggio di Gervinho, vera e propria spina nel fianco dei viola per tutta la partita con le sue accelerazioni. La gara finisce in quel momento e lascia Montella con molti dubbi riguardi a come risolvere i problemi della sua rosa soprattutto nel settore difensivo, che nelle prime 15 giornate di campionato ha subito addirittura 20 reti: la peggiore media dell'era Della Valle e di certo non molto adatta ad una squadra che vuole raggiungere il terzo posto e andare più avanti possibile in Europa.

Adesso la Fiorentina deve tornare subito al lavoro per dedicarsi alla sfida di giovedì di Europa League contro il Dnipro. La squadra viola è prima nel girone un punto sopra gli ucraini e quindi basterebbe un pareggio per passare ai sedicesimi come primi classificati. Tuttavia una vittoria in questo momento sarebbe il risultato migliore, soprattutto per riportare morale e fiducia in un ambiente che ne ha assolutamente bisogno.

di Matteo Fabiani