Home > Webzine > Fiorentina stanca, l'Inter sbanca il Franchi 2-1
lunedì 18 novembre 2019

Fiorentina stanca, l'Inter sbanca il Franchi 2-1

16-02-2014

"La partita contro l’Inter arriva sarà complicata per noi, siamo stanchi". Parole di Vincenzo Montella alla vigilia del match con i nerazzurri. L’Aeroplanino, purtroppo, ci ha visto giusto. La squadra di Mazzarri sbanca il Franchi per 2-1 e si porta a meno cinque dalla Fiorentina in classifica. Una distanza abbastanza rassicurante, ma non c’è dubbio che la condizione fisica e atletica della squadra non sia al top. Le fatiche della semifinale di Coppa Italia contro l’Udinese si sono fatte sentire eccome nella gara contro Milito & Co. A differenza del solito, i gigliati non hanno mai tenuto in mano il possesso del gioco e arrivavano quasi sempre secondi sulla palla. Certo, l’arbitro Damato ci ha messo del suo convalidando al 65’ il raddoppio del redivivo Icardi in netta posizione di offside, ma l’abbaglio del fischietto pugliese non deve rappresentare una scusante. I viola hanno creato troppo poco per cercare di vincere. Anche dopo il pareggio di Cuadrado al 47’ (clamorosa la papera di Handanovic), non hanno dato la sensazione di crederci sino in fondo. Merito dell’Inter, attenta in difesa, ordinata a centrocampo e cinica in attacco. Il primo tempo è stato un dominio degli ospiti, capaci di colpire un palo con Palacio al 13’ e di passare in vantaggio proprio grazie all’argentino al 34’. Nella ripresa, soprattutto dopo la metà, la Fiorentina si è disunita, si è sbilanciata e ha lasciato campo libero ai nerazzurri, spreconi, però, nelle numerose ripartenze concesse dai padroni di casa.

Molto discutibili le scelte tattiche di Montella che si è affidato a Ilicic e Joaquin per l’attacco, invece che a Matri. Decisione francamente poco comprensibile perché serviva un bomber in grado di duellare con Juan Jesus, Samuel e Rolando. Lo sloveno e lo spagnolo non sono giocatori d’area, preferiscono partire da lontano e, infatti, non hanno dato fastidi alla retroguardia interista.
Unica nota positiva della serata il rientro di Mario Gomez, vicino al 2-2 al 94’. Problemi muscolari per Cuadrado (tricipite surale) e Gonzalo Rodriguez (flessori della coscia). Accertamenti nella giornata di lunedì 17 febbraio 2014.

Giovedì 20 riprende l’Europa League con l’andata dei sedicesimi contro i danesi dell’Esbjerg. Il ko con la banda di Mazzarri non deve abbassare l’entusiasmo e l’autostima dei gigliati.

di Stefano Niccoli