Home > Webzine > Sampdoria-Fiorentina, Montella: ''In campionato potrebbero aprirsi nuovi scenari''
mercoledì 20 novembre 2019

Sampdoria-Fiorentina, Montella: ''In campionato potrebbero aprirsi nuovi scenari''

29-03-2014

Sarà una Fiorentina tutt’altro che al cento per cento quella che sfiderà domenica 30 marzo alle 15 la Sampdoria a Marassi. A livello mentale innanzitutto. La sconfitta di mercoledì contro il Milan ha decretato l’addio quasi definitivo al terzo posto Champions, tornato distante dieci punti. Anzi, la squadra di Vincenzo Montella dovrà guardarsi le spalle dall’Inter, a meno tre dai viola dopo lo 0-0 con l’Udinese.

In secondo luogo ci sono problemi anche sul piano tattico. In difesa, soprattutto. Il pacchetto arretrato gigliato è alle prese con una vera e propria situazione d’emergenza e l’Aeroplanino dovrà “inventarsi“ qualcosa in vista del match contro i blucerchiati. Mancherà per squalifica Gonzalo Rodriguez, assenza importante la sua. E’ vero, l’argentino non sta vivendo un buon momento di forma, ma dietro è l’unico a saper impostare la manovra con ordine e precisione e ad avere, inoltre, uno spiccato senso del gol. Non ci saranno nemmeno Pasqual, uscito contro i rossoneri per un risentimento muscolare, e Compper, out per una distrazione al retto femorale.

Se il tecnico campano sceglierà la difesa a tre – irrobustendo così il centrocampo con cinque uomini – potrebbe schierare Roncaglia, Savic e Tomovic. In caso, invece, di retroguardia a quattro, i prescelti da Montella dovrebbero essere Roncaglia a destra e Tomovic a sinistra (come contro il Milan dopo la sostituzione di Pasqual), Savic e Diakitè nel mezzo.

Defezioni che rendono ancor più complicata la partita con la Sampdoria, squadra capace di conquistare ben 31 punti sotto la guida dell’ex Sinisa Mihajlovic, passando così dal diciottesimo posto (ai tempi dell’ultima panchina di Delio Rossi, proprio contro la Fiorentina a novembre) al nono.

Dalla sala stampa "Manuela Righini" dello stadio Artemio Franchi di Firenze, le parole di Vincenzo Montella:
"Devo fare i conti con questa emergenza ma non è la prima volta. Qualcosa ci inventeremo. Vediamo se riusciremo a recuperare Vargas, è il giocatore tra gli acciaccati che ha più possibilità di esserci a Genova. Mihajlovic? Obiettivamente credo che abbia fatto grandissime cose. Gli faccio tanti complimenti. La Sampdoria è una squadra che ha tanto entusiasmo ma questo potrebbe essere anche un vantaggio per noi. Vogliono vincere attraverso il gioco, così come noi. Torno volentieri a Genova, una società amica ed uno stadio amico. Ci sono tutti i presupposti per assistere ad una bella giornata di sport.
C’è il quarto posto da difendere e in avanti si possono aprire nuovi scenari facendo bene questo finale di stagione. La condizione fisica? Abbiamo dovuto fare delle scelte, se far prevalere l’aspetto tecnico o quello fisico. Siamo abituati a giocare in un modo che richiede grande lucidità mentale che adesso non abbiamo. Non possiamo cambiare in corsa perché non abbiamo le caratteristiche per farlo. Sarebbe un passo indietro. La squadra fisicamente sta molto bene, quasi sempre meglio dell’avversario. Non è preparata mentalmente e per questo non riesce ad esprimere le sue potenzialità. Con Milan ci giocavamo il terzo posto, quest'anno lotteremo più per il quarto ma come ho già detto si potrebbero aprire nuovi scenari facendo bene.
Sinisa è sempre competitivo anche per cultura, lo conosco bene. Riesce ad infondere grande fiducia e temperamento alla sua squadra.
Pizarro? Credo che non ce la farà.
Matri? Si muove da attaccante creandosi opportunità, quindi deve restare sereno anche perché ha la fiducia di tutti. Deve stare tranquillo perché con la Samp giocherà.
Reti dimezzate rispetto all’anno scorso? Si sono dimezzati anche gli attaccanti… Questa è una squadra che ha fatto 46 partite mai a rosa completa. Ci sta che qualche giocatore sia un po’ appannato ora, forse anche l’allenatore (sorride, ndr). L’anno scorso c’era una continuità di uomini che giocavano, in questa stagione è stato tutto molto più complicato. Anche questo però fa esperienza. La prossima stagione sarà ancora più complicata perché i giocatori invecchieranno e mi aspetto investimenti da parte di Inter, Milan, Napoli e Roma oltre che dalla Juventus.
Se l’Italia dovesse arrivare in finale ai Mondiali con Giuseppe Rossi sarei contentissimo. Mi auguro di avere lui e Gomez a disposizione per la finale di Coppa Italia, anche all’80%. Gomez al momento è più avanti ma Pepito mi va bene anche al 60%. Wolski sta bene.  Borja Valero riesce a fare l’ultimo passaggio meglio di tutti, lo dicono i numeri. Il meglio di sé lo esprime come interno di centrocampo o come trequartista
".

Le probabili formazioni:
Sampdoria: Da Costa, De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Regini, Soriano, Obiang, Bjarnason, Sansone, Maxi Lopez, Gabbiadini
Fiorentina: Neto, Roncaglia, Diakitè, Savic, Tomovic, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, Cuadrado, Matri, Ilicic

di Stefano Niccoli