Home > Webzine > Presentato a Palazzo Vecchio il lancio ufficiale del programma ''Erasmus +''
sabato 06 giugno 2020

Presentato a Palazzo Vecchio il lancio ufficiale del programma ''Erasmus +''

10-04-2014

All'insegna dello slogan "Cambiare vita, aprire la mente" è stato presentato nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio il lancio ufficiale del Programma "Erasmus+", realizzato nei prossimi sei anni dall' Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.
Alla cerimonia, condotta dal giornalista del Corriere della Sera Paolo Fallai, erano presenti importanti cariche istituzionali italiane e comunitarie come il Ministro dell'istruzione, Università e ricerca Stefania Giannini, il Commissario europeo per Istruzione, Cultura, Multilinguismo e Gioventù Androulla Vassiliou, il sottosegretario di Stato al Lavoro e alle Politiche Sociali Franca Biondelli, oltre al Vicesindaco Dario Nardella, l'assessore Cristina Giachi, il Segretario Generale del Coni Roberto Fabbricini e il comico Neri Marcorè.
Erasmus + nasce per fornire ai propri cittadini l’educazione, le competenze e la creatività necessarie per una società della conoscenza. All' interno di un mondo che sta cambiando rapidamente la necessità è quella di adattare i sistemi di istruzione e formazione a nuovi metodi di insegnamento e di apprendimento, cogliendo le opportunità esistenti. L’ istruzione, la formazione e l’ apprendimento informale dei giovani sono fattori chiave per creare lavoro e migliorare la competitività dell’Europa.
Erasmus+ fornirà un contributo decisivo per affrontare tali sfide, offrendo opportunità non solo di studiare, formarsi, effettuare esperienze lavorative o di volontariato all’estero, ma anche di insegnare o di studiare all’estero per il personale attivo nei settori dell'istruzione, della formazione e dei giovani. Si cercherà di favorire inoltre lo sviluppo dell’educazione digitale e dell’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, l' apprendimento delle lingue, il riconoscimento delle competenze, l'insegnamento dell'integrazione europea grazie a alleanze della conoscenza e delle abilità settoriali, a partenariati strategici tra organismi dell’istruzione e formazione. Vi saranno iniziative per promuovere l’innovazione in campo pedagogico e una progressiva riforma delle politiche a livello nazionale, attraverso iniziative di sviluppo, scambi, collaborazione e rafforzamento delle competenze nei settori dell’istruzione superiore e della gioventù in tutto il mondo.
Infine Erasmus + guarderà da vicino anche il mondo dello sport attraverso la promozione di una buona governance nel settore sportivo e di iniziative contro le partite combinate, il doping, la violenza, il razzismo e l’intolleranza, in particolare negli sport più popolari il tutto rappresentato in maniera e con un linguaggio semplificato. 
Grazie alla semplificazione delle regole, partecipare al programma rivolto a oltre 4 milioni di giovani e a oltre oltre 125.000 istituti è più facile che mai.

Per informazioni: www.erasmusplus.it

di Duccio Mazzoni