Home > Webzine > CNA e Confartigianato Firenze progettano il futuro della Mostra Internazionale dell'Artigianato
domenica 27 novembre 2022

CNA e Confartigianato Firenze progettano il futuro della Mostra Internazionale dell'Artigianato

30-04-2014

Mercoledì 30 aprile è stato presentato da CNA e Confartigianato Firenze il progetto di riqualificazione della Mostra Internazionale dell'Artigianato, con l'obbiettivo di restituire all'artigianato una centralità che, nelle ultime edizioni, è stata depotenziata dall'attenzione rivolta ad aspetti, come la somministrazione, l'intrattenimento e divertimenti di vario genere, che necessariamente, debbono essere inquadrati solo in funzione accessoria.
Le due associazioni affiancano l'idea di dar vita ad un momento espositivo di altissimo livello qualitativo: la "Biennale Internazionale dell'Artigianato d'arte e delle arti applicate", un evento del tutto nuovo, capace di richiamare a Firenze le espressioni di eccellenza dell'artigianato mondiale.
Il restyling proposto dalle due associazioni si basa su alcuni concetti guida, come na più acurata strategia delle alleanze e di condivisione degli obbiettivi tra soggetti pubblici (come le regioni e le Camere di Commercio) e privati (come le associazioni di settore), la definizione di concetti e percorsi espositivi tematici su cui costruire l'intera Mostra, l'individuazione/valorizzazione puntuale dei settori più interessanti, significativi e ricchi di appeal per il pubblico (come l'agroalimentazione di qualità, strettamente legato ad Expo 2015), combinata con una migliore qualità dell'allestimento e un calendario di incontri, convegni e seminari organizzati a latere su vari temi dell'artigianato artistico e tradizionale.
A completare il quadro la ridefinizione del target di visitatori, la messa a punto di una nuova strategia di comunicazione e l'apertura della Mostra alla città, con eventi ed iniziative in grado di rendere Firenze, per la durata della manifestazione, capitale indiscussa dell'artigianato.
I nuovi espositori, aziende di altissimo livello qualitativo, con produzioni di pezzi unici o in piccole piccolissime serie, si rivolgerebbero ad un pubblico selezionato, fatto di operatori specializzati: antiquari, architetti e interior decorator, gallerie specializzate , dettaglianti specializzati di alto livello, collezionisti e appassionati d'arte.
La Biennale potrebbe essere costruita intorno a tre sezioni espositive: artigianato ispirato alla storia dell'arte e delle arti decorative; moda, accessori moda, bigiotteria, oreficeria e gioielleria con forti componenti innovative e di disign; artigianato "sperimentale" che traduce in modo innovativo e contemporaneo la tradizione delle arti applicate. A tutto ciò si aggiungono l'area incontri, con eventi che presentino l'artigianato artistico a pubblici differenziati; l'area stampa per le riviste e le case editrici specializzate; l'area istituzionale per la presentazione dei principali enti e centri di formazione del settore.

Per informazioni: www.confartigianatofirenze.it

SM