Home > Webzine > Inter-Fiorentina 0-1: tre punti tra sofferenza e infortuni
giovedì 28 maggio 2020

Inter-Fiorentina 0-1: tre punti tra sofferenza e infortuni

02-03-2015

La Fiorentina sbanca San Siro per 1-0 e si avvicina al terzo posto, tenendo il passo della Lazio e mantenendo le distanze con le dirette concorrenti per la zona Europa, Sampdoria e Inter in primis. La sfida contro i nerazzuri è stata incredibilmente sofferta soprattutto nel secondo tempo: questo tuttavia è dipeso non tanto dalla migliore qualità e freschezza degli uomini di Mancini, quanto dagli infortuni che hanno falcidiato i viola nel corso della partita, costringendo i gigliati a chiudere in nove uomini. Col senno di poi si potrà dire che ne è valsa la pena visto i tre punti portati a casa, ma la sensazione dell’ambiente è che, con i tre infortunati di questa gara e i due di quella di giovedì scorso contro il Tottenham, ora più che mai sarà opportuno dosare le forze e operare i cambi adeguati per far fronte agli impegni di elevato calibro che si succederanno nelle prossime settimane. Il tecnico Montella ha lasciato fuori Valero, Gomez e atri titolari della partita di Europa League: sono stati schierati Neto in porta, Rodriguez, Savic, Pasqual e Tomovic in difesa, Badelj, Kurtic e Aquilani a centrocampo, Ilicic, Babacar e Diamanti in attacco.

Il primo tempo si chiude a reti inviolate ed è decisamente equilibrato, anche se si registra l’infortunio di Babacar per stiramento a cinque minuti dall’intervallo e la conseguente sostituzione con Salah: ancora una volta l’egiziano risulterà decisivo e infatti nel secondo tempo la rete che porta in vantaggio i viola porta la sua firma. Dopo dieci minuti Handanovic respinge in area il cross di Pasqual, il pallone finisce sui piedi di Salah che non ha problemi a sbloccare il risultato: la sua media è un goal ogni 91 minuti, non male per un giocatore arrivato a Firenze da appena un mese e che aveva il duro compito di raccogliere l’eredità di Cuadrado. Da quel momento la sofferenza cresce e si infortuneranno anche Tomovic e Savic, il primo per una botta alla testa subita da Palacio, il secondo per un problema muscolare alla gamba; fortunatamente alla fine la grinta della Fiorentina paga e vengono portati a casa tre punti, al termine di un match che sembrava non finire mai.

Prima di concentrarsi sulla prossima gara di campionato, i gigliati sono attesi giovedì 5 marzo dalla partita in notturna contro la Juventus nella sfida d’andata della semifinale di Coppa Italia. Una partita attesissima dalla tifoseria contro gli odiati rivali, nella quale occorrerà effettuare le giuste scelte di formazione e mandando in campo i giocatori più in forma. Al tempo stesso però il tecnico viola dovrà reinventarsi la difesa, che ha visto tre giocatori infortunarsi nell’arco di cinque giorni.

di Matteo Fabiani