Home > Webzine > Peace Run: la staffetta per la pace fa tappa a Firenze
mercoledì 28 ottobre 2020

Peace Run: la staffetta per la pace fa tappa a Firenze

26-04-2015

Domenica 26 aprile 2015 a Firenze transiterà la Peace Run, la corsa podistica che si svolge in oltre 100 nazioni, con la missione di diffondere un messaggio di pace e armonia, secondo il motto del suo fondatore Sri Chinnoy. La corsa, partita il 22 aprile dalla città di Roma, si concluderà alle porte di Milano venerdì 1 maggio in occasione dell'inaugurazione dell'EXPO. Come già annunciato gli atleti, provenienti da Austria, Federazione delle Repubbliche Russe, Germania, Italia, Slovacchia e Croazia, arriveranno a Firenze domenica alle 14.30 transitando da Bagno a Ripoli per dirigersi verso il piazzale Michelangelo dove saranno attesi per le 15.00. Fulcro del programma è un evento interreligioso che consiste nel passaggio della fiaccola, simbolo della staffetta religiosa, lungo le vie cittadine visitando i luoghi di culto delle tre maggiori religioni monoteiste presenti nel territorio fiorentino per unirle simbolicamente in un anello di pace, unità e fratellanza. Alle 15.30 infatti, i corridori, saranno accolti in Palazzo Vecchio dalle Istituzioni fiorentine e, in tale occasione, i tedofori consegneranno simbolicamente la fiaccola alla città di Firenze. Il giorno successivo la corsa riprenderà il cammino verso Bologna per poi, come detto, concludersi a Milano l'1 maggio.
Fondata nel 1987 dal filosofo della Pace Sri Chinnoy, la Peace Run ha coinvolto finora oltre dieci milioni di persone in più di 150 paesi del mondo. I podisti consegneranno la fiaccola ai membri delle comunità locali: sportivi, rappresentanti della amministrazioni pubbliche, bambini, anziani ma anche a celebrità del mondo dello sport e delle spettacolo. Lo scopo è quello di condividere un'esperienza di coesione e fratellanza, per questo la fiaccola viene passata di mano in mano affinchè ognuno possa sentirsi parte di una "famiglia mondiale" che si estende oltre i confini geografici, religiosi e culturali. Dalla nascita del progetto, sino ad oggi, hanno appoggiato quest'iniziativa numerose istituzioni come la Commissione Europea, la FAO e l'UNESCO, oltre a numerose celebrità quali Nelson Mandela, Madre Teresa, Giovanni Pasolo II, Carl Lewis, gli All Blacks e molti altri.  La manifestazione, che si svolge ogni regolarmente ogni due anni, quest'anno, nell'anno intermedio, seguirà un percorso spezzettato e non coordinate con le altre nazioni del Vecchio continente. Al fine di mantenere intatta la purezza dei principi ispiratori, la corsa, solamente sostenuta da volontari, non ha sponsor nè vengono pubblicizzati marchi o attività con scopo di lucro e non vengono raccolti fondi per iniziative o cause sociali.

Info: www.peacerun.org

Tommaso Stefanelli