Home > Webzine > Sicurezza stradale, nasce a Firenze ufficio ad hoc
venerdì 22 novembre 2019

Sicurezza stradale, nasce a Firenze ufficio ad hoc

21-05-2015

Si è tenuta giovedì 21 maggio 2015, all'interno della Sala Cosimo I di Palazzo Vecchio a Firenze, la Conferenza stampa sul tema della sicurezza stradale, presieduta dal Sindaco del Comune di Firenze Dario Nardella, alla quale è intervenuto anche Stefano Guarnieri, padre del ragazzo rimasto tragicamente ucciso il 2 giugno 2010 a bordo del suo motorino travolto da una macchina, alla cui guida si trovava un uomo in stato di ebbrezza.

Nasce a Palazzo Vecchio l’Ufficio per la sicurezza stradale, un’unità comunale intersettoriale permanente che sarà il referente principale per conto del Comune in materia della gestione delle politiche di sicurezza stradale. E’ un altro passo che fa parte del progetto David per la sicurezza stradale, progetto proposto dall’Associazione intitolata a Lorenzo Guarnieri.

Durante l’incontro il primo cittadino di Firenze ha così parlato: “E’ arrivato il momento di dare un rinnovato vigore agli obiettivi che ci eravamo prefissi. Oggi infatti presentiamo alla stampa, in una giornata che fatalmente è segnata da un altro episodio triste (questa mattina infatti è morto un uomo a bordo del suo scooter, in viale Redi), un passo in avanti importante: ovvero la costituzione di un Ufficio speciale della sicurezza stradale. Questo organo,  che opererà all’interno dell’amministrazione comunale,  ha come obiettivo quello di monitorare l’attuazione del piano strategico della sicurezza stradale, attraverso interventi di comunicazione e programmazione stradale”.

“Dobbiamo riuscire- ha proseguito Nardella-  attraverso le campagne di sensibilizzazione che promuoveremo nei prossimi mesi, a responsabilizzare chiunque si metta alla guida di un auto. Chi guida un auto senza rispettare gli obblighi del codice stradale, o in stato di ebbrezza, deve capire che sta compiendo un atto potenzialmente omicida. Questa conferenza cade all’indomani di un importante atto che ha dato il via libera all’iter legislativo, il disegno di legge riguardante l’omicidio stradale. Dobbiamo lavorare tantissimo sulla prevenzione stradale – ha sentenziato il Sindaco- attraverso campagne di comunicazione ma soprattutto attraverso dei rilevanti interventi sulla viabilità stradale”.

di Tommaso Stefanelli