Home > Webzine > British Institute of Florence: giochi, quiz e test di lingua sull'Arno
giovedì 01 dicembre 2022

British Institute of Florence: giochi, quiz e test di lingua sull'Arno

22-09-2015
Martedì 22 settembre il British Institute of Florence offrirà un evento speciale per condividere con tutti i fiorentini – studenti, giovani e adulti – momenti di svago, divertimento, ma anche di approfondimento della cultura e della storia locali, dalle ore 18.00, presso la storica società sportiva Canottieri Firenze 1886.
Alla presenza dell’ambasciatore britannico Christopher Prentice, i partecipanti potranno sostare in quattro stazioni a tema, allestite per l’occasione sul prato verde della Canottieri Firenze. La prima sarà tutta dedicata alla storica biblioteca Harold Acton del British Institute (la più grande dell’Europa continentale con 52.000 volumi), che presenterà la “app” Susan Horner’s Florence, un tuffo nella Firenze di metà ‘800, con un emozionante percorso tra le bellezze artistiche e architettoniche predilette dalla scrittrice britannica del XIX secolo nel corso del suo soggiorno in città, e citate nel suo diario. Nella seconda stazione si parlerà di storia dell’arte grazie a una curiosa prova di scrittura “a specchio”, da destra a sinistra, la stessa grafia che veniva utilizzata da Leonardo Da Vinci per i suoi scritti e per i suoi Codici.  La terza e quarta stazione saranno incentrate su test di italiano e inglese per accesso ai corsi British e su quiz a risposta multipla inerenti argomenti di cultura generale.
Alla serata parteciperanno anche i membri onorari del British Institute, il ‘corporate’ della struttura – la direttrice Julia Race e il governatore Diego Paternò di San Giuliano - i  volontari che dedicano tempo ed energie preziose alla causa del British, e i rappresentanti delle scuole della provincia di Firenze che hanno stretto una collaborazione con la storica istituzione britannica per l’insegnamento della lingua inglese nelle strutture didattiche statali.
Martedì prossimo il British sarà a portata di mano, sul greto dei Canottieri – afferma la direttrice dell’istituto Julia Race - Il Ponte Vecchio, cornice di questa serata, richiamerà la nostra missione: quella di creare un ponte tra cultura e lingue, missione quasi giunta al compimento del suo centesimo anno. Come il Ponte Vecchio contiamo di essere presenti nella vita dei fiorentini per un altro secolo.”
Info: www.britishinstitute.it

di Mario Santo Privitera