Home > Webzine > ''greenApes'', il social network dedicato all'ecosostenibilità lanciato a Firenze
lunedì 23 novembre 2020

''greenApes'', il social network dedicato all'ecosostenibilità lanciato a Firenze

24-09-2015
GreenApes è un progetto davvero molto interessante”, afferma l'assessore all'Ambiente Alessia Bettini, “in cui ho creduto fin da subito. Vengono premiati i comportamenti virtuosi, ma allo stesso tempo si viene a creare una comunità”. Bastano poche parole per descrivere la filosofia di questo social network dedicato all’eco-sostenibilità che, dopo tre anni di sperimentazione, è stato lanciato oggi a Firenze.

Chi pensa alla solidarietà prima di compiere le proprie scelte?
Questa la domanda da cui è partito il team di GreenApes. Dopo aver riscontrato che, anche se il 50% degli intervistati ci pensa, solo una minoranza lo fa davvero, il passo successivo è stato automatico: trovare un modo per convincere tutti quei potenziali “amanti” dell’eco-sostenibilità a passare all’azione. Dato che viviamo in un mondo sempre più virtuale, quale modo migliore che creare un social network dove tutte le persone realmente interessate alle sorti dell’ambiente possano confrontarsi?. L’obiettivo della start up non è certo di portata rivoluzionaria, ma il modo in cui si propone di raggiungerlo è un’assoluta novità, tanto da averle fatto ottenere numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Sviluppo Sostenibile 2014.

Il funzionamento di GreenApes è semplicissimo. Chiunque può entrare a far parte di questa community internazionale: basta iscriversi e creare il proprio profilo eco-sostenibile. Per ogni azione o idea “green” condivisa si riceverà una ricompensa simbolica in Nuts, ossia un certo numero di noci di cocco corrispondente all’impatto positivo ambientale di questa azione. Ma non è finita qui!
GreenApes punta a far diventare i cittadini “ambasciatori dell’eco-sostenibilità”, e per farlo ha pensato bene di attribuire anche delle vere e proprie ricompense. Si sa, convincere qualcuno a modificare il proprio stile di vita non è un’impresa facile, e una ricompensa “materiale” è sicuramente un incentivo in più. Grazie alla collaborazione di numerosi esercenti e attività presenti sul territorio, naturalmente inerenti ad uno stile di vita sostenibile, ogni Ape (alla lettera scimmia, termine scelto per indicare gli utenti) riceverà dei BankoNuts in base a quanto le sue azioni ispirano la community. In altre parole, ogni likes, commento e condivisione farà guadagnare punti spendibili sotto forma di sconti, regali e offerte esclusive in tutta la rete di soggetti partecipanti. Insomma, un modo semplice ed efficace per incoraggiare gli utenti a compiere e condividere azioni eco-sostenibili.

Firenze sarà la prima città ad aderire a questo progetto, “è stato un connettore, facilitatore e sostenitore di questa iniziativa”, spiega l’assessore Bettini, svolgendo un ruolo di rilievo fin dal principio. Infatti, l’assessore allo sport Andrea Vannucci ci racconta come “quando Gregory (co-fondatore di GreenApes, ndr) mi parlò di questa iniziativa avevano già vinto il finanziamento europeo e stavano cercando una città campione. Ai tempi ero consigliere comunale, ma appena diventato assessore mi ha fatto molto piacere essere parte attiva di questo progetto”.
Un passo alla volta, molte realtà del territorio sono entrate a far parte della rete di GreenApes: ATAF, Quadrifoglio SPA, ed anche esercenti privati come Lo Sverso, neonato locale biologico del centro storico. La speranza è che molte altre aziende aderiscano a questa lodevole iniziativa, magari convincendo anche i dipendenti a “vivere green”.

Per chi fosse interessato, mercoledì 30 settembre dalle ore 19.30 a Lo Sverso (via Panicale, 7/9r) si festeggerà l’avvio del progetto con un aperitivo biologico a km 0 e, a seguire, un concerto dal vivo. La prenotazione è obbligatoria.

Per ulteriori informazioni: www.greenapes.com

di Elettra Rizzotti