Home > Webzine > Firmato il protocollo d'intesa con il Centro di Giustizia Minorile
giovedì 29 ottobre 2020

Firmato il protocollo d'intesa con il Centro di Giustizia Minorile

12-11-2015

Creare percorsi alternativi per i giovani sottoposti a procedimenti penali, permettendo loro di intraprendere una formazione: è l’obiettivo del protocollo d'intesa tra Comune e Centro di Giustizia Minorile, che rafforza una collaborazione già esistente. Mirato al reinserimento sociale di minori o giovani adulti, il protocollo riguarda, nello specifico, il servizio parchi, giardini e aree verdi comunali, ed  stato sottoscritto questa mattina dall’assessore all’ambiente Alessia Bettini e da Giuseppe Centomani, dirigente del CGM.
«Questa bella collaborazione persegue una duplice funzione – ha spiegato l'assessore Alessia Bettini - dare a questi ragazzi la possibilità di una riqualificazione anche professionale e una risposta importante sul piano del decoro della città. Uniamo così il recupero sociale a quello ambientale».
Il dirigente del Centro di Giustizia Minorile, Giuseppe Centomani ha tenuto a sottolineare «la valenza costruttiva del protocollo» affermando che «la sottoscrizione del documento è un traguardo che rafforza negli operatori della giustizia la motivazione all’impegno in un lavoro di rete con le realtà territoriali, in favore dei giovani afferenti all’ambito penale, vista la condivisione della progettualità espressa dall’assessore Bettini che ha ben compreso come l’intervento su tale tipologia di utenza non può prescindere dalla compartecipazione tra istituzioni diverse, in grado di proporre a questi giovani opportunità che permettano loro di evidenziare e rafforzare potenzialità positive fino ad oggi disconosciute. Auguriamo che questa rinnovata collaborazione con il Comune di Firenze sia l’avvio per altre future analoghe iniziative».
Il CGM provvederà al supporto economico per la realizzazione del progetto di formazione pratica e l'inserimento lavorativo nei settori della manutenzione delle aree verdi.
Il Comune si impegna a mettere a disposizione le proprie strutture operative al fine di accogliere le attività formative e lavorative e ad assicurare la collaborazione dei propri operatori durante le attività pratiche previste dal progetto formativo.
A conclusione del corso di formazione i nominativi dei partecipanti saranno inoltrati all’assessorato all’ambiente che potrà divulgare l’elenco dei giovani formati alle aziende operanti nel settore per eventuali tirocini o inserimenti lavorativi.

Fonte: www.comune.fi.it (Ufficio Stampa)