Home > Webzine > Fondazione AriSLA: Giorgio Chiellini testimonial per finanziare la ricerca
martedì 19 novembre 2019

Fondazione AriSLA: Giorgio Chiellini testimonial per finanziare la ricerca

24-11-2015
Dal 24 novembre 2015 è iniziata la campagna #InsiemecontrolaSLA. E' possibile donare da rete fissa 2 o 5 euro e 2 euro tramite sms al numero 45508 fino al 12 dicembre 2015.
Sulle emittenti LA7/LA7D e Mediaset è in onda lo spot che vede come testimonial d’eccezione Giorgio Chiellini, difensore della Juventus e della Nazionale italiana, che rinnova il suo impegno nei confronti della ricerca scientifica sulla SLA, prestando il suo volto per la campagna del 5xMille 2015 attivata da Fondazione AriSLA. E' lo stesso giocatore che invita a dare il proprio contributo per vincere questa partita importantissima: bastano 2 o 5 euro per sostenere il lavoro dei ricercatori.
Vinciamo insieme la partita della ricerca sulla SLA” è lo slogan dello spot realizzato e prodotto dal giovane creativo Matteo Di Gioia del collettivo artistico TheJackStupid, su creatività dell’agenzia di comunicazione MAB.q e con la collaborazione di Reset Group. L’iniziativa nasce con lo scopo di sostenere il progetto di ricerca clinica “CARDINALS”, ma anche di far conoscere la malattia e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’urgenza e la necessità di sostenere la ricerca scientifica.
Il progetto "CARDINALS. Il coinvolgimento del sistema nervoso autonomo nella SLA” è uno studio di ricerca clinica, finanziato da AriSLA grazie alla Call for Projects 2014 e coordinato dalla prof.ssa Laura Dalla Vecchia, Fondazione Salvatore Maugeri IRCCS, Istituto Scientifico di Milano.
L’obiettivo del progetto è quello di studiare in maniera approfondita la presenza e l’entità di eventuali disturbi del sistema nervoso autonomo, denominate disautonomie.  I risultati attesi dal progetto saranno fondamentali per migliorare la qualità della vita dei pazienti, in particolare la comprensione di come il sistema nervoso autonomo venga coinvolto nello sviluppo della malattia costituirà un’informazione importante per i medici che seguono i pazienti con SLA.

Per info: www.arisla.org  e www.alscience.it

DR